Terres des Hommes

Covid, a Padova le prime 875 dosi del vaccino destinate al Veneto

Covid, le prime dosi del vaccino destinate al Veneto saranno recapitate all’Azienda ospedaliera di Padova. Il 27 dicembre, infatti, partirà da Roma il primo invio di fiale e per la regione è stata designata a riceverle l’Azienda ospedaliera di Padova, a cui dovrebbero arrivare 875 dosi di vaccino anti-Covid.

La notizia è arrivata direttamente dall’assessore regionale alla Sanità, Manuela Lanzarin, in seguito al confronto tra Governo e regioni del 18 dicembre.

Il 27 dicembre l’Italia somministrerà le prime 9.750 dosi del vaccino realizzato da Pfizer e BioNTech in occasione del Vaccine Day simbolico. La campagna ufficiale di vaccinazione dovrebbe partire a metà gennaio, molto probabilmente tra il 12 e il 15.

Covid, vaccino in arrivo a Padova, precedenza a operatori sanitari e ospiti Rsa

L’assessore attraverso le sue dichiarazioni ha reso note le informazioni ricevute nella giornata del 18 dicembre nell’incontro tra le regioni, il Governo e il commissario per l’emergenza Arcuri.

«Le fiale – ha speiegato Lanzarin – arriveranno il 25 dicembre allo Spallanzani, a Roma, da qui partiranno direttamente per la consegna nelle Regioni. Ciascuno doveva indicare un punto di riferimento: noi abbiamo scelto l’azienda ospedaliera di Padova, in particolare l’Unità farmaceutica. Qui il 27 arriveranno le prime 875 dosi. Vanno utilizzate in tempi molto brevi, per questo è immaginabile che rimarranno in un confine limitato rispetto alla consegna”.

Lanzarin ha confermato che i primi a cui sara somministrato, su base volontaria, il vaccino saranno gli operatori sanitari, il personale e gli ospiti delle Rsa.

 

LEGGI: GLI AIUTI PER LE FAMIGLIE, DAL CONTRIBUTO PER L’AFFITTO AI LAVORI GRATIS IN CASA

Molte famiglie soffrono le difficoltà dovute al contagio. Sul fronte sgravi, vi diamo due buone notizie:

 

 

LEGGI: IL FUTURO NELLE MANI DELLE NANOTECNOLOGIE

Ti potrebbe interessare