Terres des Hommes

Mostra del cinema, le linee guida anti Covid: red carpet senza pubblico e mascherina in sala

Mostra del cinema, la Biennale di Venezia ha pubblicato le linee guida anti Covid-19 da rispettare nel corso della 77esima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica che si terrà al Lido di Venezia dal 2 al 12 settembre 2020. La mascherina andrà indossata sempre, anche in sala durante le proieizioni. Inoltre il red carpet sarà vietato al pubblico: solo i fotografi – regolarmente distanziati – potranno guardare le star del grande schermo calcare il tappeto rosso che porta in Sala Grande.

Lavoratori spettacolo: «Vogliamo il Leone d’oro alla Mostra del cinema»

Mostra del cinema, edizione fuori dall’ordinario

La Mostra del cinema di Venezia è il primo dei grandi festival internazionali a scegliere, dopo l’esplosione della pandemia tra febbraio e marzo 2020, di confermare l’evento in presenza. Cannes ha cancellato l’edizione di quest’anno, mentre altre kermesse importanti come Far East Film Festival di Udine e Locarno hanno deciso di spostare la quasi totalità delle proiezioni e degli eventi collaterali online.

Venezia 77 sarà quindi un festival straordinario, che dovrà tenere insieme l’apertura ad addetti ai lavori e pubblico – sia pur con un programma ridotto – e il rigoroso rispetto delle norme di distanziamento sociale e sanificazione degli ambienti per evitare che il più antico festival di cinema al mondo si trasformi in un nuovo focolaio di contagi. Ecco dunque che cosa hanno deciso gli organizzatori.

Venezia 77: controllo della temperatura e igienizzazioni

All’area della Mostra del Cinema si accederà attraverso 9 varchi stradali / lagunari che saranno attrezzati con sistemi di rilevazione della temperatura corporea dei partecipanti, che a vario titolo accederanno all’area di Mostra. Non sarà consentito l’accesso in caso di temperatura corporea superiore ai 37,5 gradi. Ulteriori sistemi di controllo della temperatura saranno inoltre collocati all’ingresso delle sale cinematografiche del Lido non incluse nell’area della Mostra quali: Palabiennale, Astra e nuove Arene all’aperto. Igienizzanti e sanificanti liquidi e gel saranno disponibili per il pubblico in tutte le aree (sale cinematografiche, ingressi e hall, meeting points, ecc.).

Working Title Film Festival 5, edizione online in ottobre: 59 film sul lavoro

Mostra del cinema, mascherine obbligatorie anche in sala

Le mascherine dovranno essere indossate in tutte le sale cinematografiche, sia in fila e mentre si accede al proprio posto, sia seduti durante le proiezioni. La mascherine dovranno essere altresì indossate in tutte le aree esterne. Così si legge nelle linee guida diffuse dalla Biennale di Venezia.

In sala: distanziamento e prenotazione obbligatoria

Sarà effettuata la riduzione dei posti disponibili applicando in tutte le sale l’alternanza del posto a sedere. Per tutto il pubblico e per tutti agli accreditati alla Mostra, sarà obbligatoria la prenotazione preventiva online del proprio posto in sala alle proiezioni, tramite il sito web della Biennale di Venezia http://www.labiennale.org. La biglietteria per il pubblico sarà esclusivamente online, in modo da evitare code.

Red carpet, niente assembramenti

Per quanto riguarda il mitico red carpet, scordatevi le folle di fan assiepati sulle transenne nel tentativo disperato di toccare o fotografare il proprio regista, attore o attrice preferito. Un protocollo di salvaguardia del distanziamento sociale sarà messo in atto per le delegazioni che accedono alla Sala Grande, sulle tribune e al photocall per i fotografi e in generale per tutte le altre attività, gli incontri e i convegni, con sedie numerate e accesso ridotto alle aree interne. Non ci sarà la possibilità per il pubblico di assistere all’accesso delle delegazioni alla Sala Grande, al fine di evitare occasioni di assembramento.

Pronto soccorso e tampone agli ospiti

L’area della Mostra avrà, come sempre, un servizio di pronto soccorso organizzato dalle locali autorità sanitarie a disposizione del pubblico, come per le passate edizioni, per tutte le azioni ritenute necessarie. La maggior parte delle informazioni concernenti la Mostra sarà data al pubblico in formato elettronico, riducendo la distribuzione dei materiali stampati. Le delegazioni dei film saranno assistite per le loro necessità, i trasporti saranno organizzati ad hoc per evitare assembramenti, sarà garantita assistenza per accesso ai servizi sanitari qualora necessaria.

È in atto un capillare monitoraggio della provenienza degli ospiti, delle delegazioni e degli accreditati alla Mostra al fine di poter guidarli e sostenerli nell’applicazione dei protocolli, si legge ancora sul sito della Biennale. Sono stati richiesti tamponi, da effettuarsi prima della partenza, a tutti gli ospiti e accreditati provenienti da Paesi extra Schengen, per i quali tale misura è necessaria.

Un secondo tampone sarà effettuato a Venezia a cura della Biennale, sempre per coloro i quali tale misura si rende necessaria, in accordo con le autorità competenti. Tutti i partecipanti – accreditati, possessori di pass, biglietti e abbonamenti – saranno tracciati mentre accedono alle sale o alle altre aree funzionali all’interno degli edifici.

Andrea Fasulo

Ti potrebbe interessare