Sport Veneto, c'è l'ok. Dal calcetto al beach volley si torna in campo

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Sport Veneto, si può ricominciare. Lo ha anticipato il governatore del Veneto Luca Zaia, presentando una nuova ordinanza che sarà in vigore dalla mezzanotte fra venerdì 26 e sabato 27 giugno, fino al 10 luglio prossimo, in attesa che il Governo faccia sapere le sue decisioni. Sì a sport Veneto, permessi tutti quelli di contatto. Una decisione non semplice. «Stiamo controllando se servono aggiustamenti – ricorda Zaia – Si tratta di una delle ordinanze più toste che abbiamo firmato e le linee guida sono state approvate dal Dipartimento prevenzione».

Sport Veneto, Governo preceduto

Perché Zaia parla di ordinanza delicata? Per quanto avevamo anticipato, essendo forse facili buoni profeti, qualche giorno fa. Ovvero c’è una rottura totale fra politica e scienza sugli sport di squadra. Avrebbero dovuto essere permessi da giovedì 25 giugno (ecco l’articolo che raccontava i particolari), già dopo un primo rinvio di dieci giorni. Proprio il giorno prima, mercoledì, il ministro per le Politiche Giovanili e dello Sport, Vincenzo Spadafora, si era espresso favorevolmente. Spiegando, però, di essere in attesa dell’ok del ministro della Salute, Roberto Speranza.

Superbonus lavori casa 110%, boom di ristrutturazioni in Veneto

Una mossa che oggettivamente poteva far pensare ad una rottura, che puntualmente si è verificata poche ore dopo: il comitato tecnico scientifico al quale il Governo si appoggia ha fatto sapere di non considerare ancora i tempi maturi per la riapertura degli sport di squadra. Addio partite a calcetto, addio anche di conseguenza allo sport Veneto. Ma mentre la battaglia sul tema è ancora in atto, Zaia ha deciso di anticipare i tempi. Da sabato 27 giugno, quindi, tutti in campo.

Leggi: alla scoperta del Polesine, la via delle acque. 

LEGGI: GLI AIUTI PER LE FAMIGLIE, DAL CONTRIBUTO PER L’AFFITTO AI LAVORI GRATIS IN CASA

Covid free come regione, ma molte famiglie soffrono le difficoltà dovute al contagio. Sul fronte sgravi, vi diamo tre buone notizie:

Ti potrebbe interessare