Menu

La Spada riparte “Ab Origine”: una retrospettiva negli spazi di Porto4

Pubblicato il 8 febbraio 2016 in Turismo, Venezia

LA SPADA 3  

Giuseppe La Spada, fra gli artisti digitali più importanti nella scena contemporanea, è protagonista di Ab Origine, una mostra retrospettiva dedicata alla sua ricerca sull’acqua, proposta da mercoledì 10 febbraio al 15 aprile 2016 negli spazi di Porto4 – Cultura legale d’impresa. Capace di spingere la sua ricerca fino ai linguaggi più avanguardistici dell’arte digitale, l’artista palermitano chiama in causa la potenza atavica dell’arte per suggerire riflessioni e provocazioni sulla natura, la sostenibilità e il valore della risorsa-acqua, limitata e non infinita: un invito all’azione che si esprime attraverso la fotografia, l’arte multimediale, ma anche la ricerca sonora.

Connessioni tra arte, valori e business

LA SPADA 1

LA SPADA

L’incontro avverrà a Marghera (Venezia), in un contesto urbano dove il paesaggio lagunare ha lasciato il posto ad una delle più grandi e controverse aree produttive del Veneto, crea connessioni nuove tra temi e luoghi, tra arte e lavoro, tra business e valori. Mercoledì 10 febbraio alle 18.30 la vernice su invito con l’artista, accompagnata da una degustazione di pregiati vini. Ma il progetto, curato da Carola Minincleri, Farmacia Zoo:E’/Donthink – Esperienze culturali per l’Impresa, si spinge un po’ più in là: all’esposizione si affianca una masterclass a tema “Arte, spiritualità e sostenibilità” (ore 17.00), mentre il giorno dopo è in programma un workshop sulla microanimazione dedicato ai visual designer: due occasioni per creare comunità, per costruire con l’artista percorsi di senso che coinvolgano giovani creativi e chi, in modo diverso, si occupa di arte e sostenibilità.

Un viaggio per conoscere da dove veniamo

LA SPADA 2La proposta di La Spada non è solo “esperienza contemplativa”, ma una via per suscitare un cambiamento. «Il mio – spiega l’artista – è un viaggio verticale dentro lo spirituale e l’assoluta sensazione di equilibrio e di silenzio, un viaggio che indaga la misteriosa relazione tra noi e gli elementi di cui siamo fatti, da cui veniamo». Il progetto, prodotto da Porto4, nasce da una profonda condivisione fra la poetica dell’artista, che muove la sua ricerca sull’urgenza dei temi ambientali, e lo spirito che anima e guida l’azione di Sebastiano Angelo Scarpa e Giovanni Brancalion Spadon: i due fondatori dello studio hanno scelto di affrontare il mestiere di avvocato con un respiro diverso, a partire dallo sforzo quotidiano «di riportare la consulenza legale al suo valore originario di strumento etico di connessione fra persone e realtà». La sfida è quella di portare l’arte di La Spada, con le sue suggestioni spirituali profonde, suscitate da un elemento primario come l’acqua, in uno spazio “di lavoro”, dove chi opera si confronta tutti i giorni con questioni etiche: uno spazio che diventa agorà per un possibile incontro. Fra i temi al centro dell’azione di Porto4, caratterizzato da una visione interdisciplinare proprio come l’arte di La Spada, il diritto delle nuove tecnologie, il diritto d’autore e il diritto ambientale. «Crediamo – spiegano i due fondatori – che riportarsi nel mondo al di sotto della superficie sia la via maestra per ricontattare ciò che veramente conta e imparare a proteggerlo. È così che potremo contribuire ad un mondo migliore da lasciare alle future generazioni».

L’artista

Palermitano, classe 1974, La Spada vive e lavora a Milano ed è stato definito a più riprese dalla stampa generalista e di settore come uno degli artisti digitali più interessanti nel panorama internazionale: è l’unico italiano ad aver vinto, nel 2007 – assieme a personalità del calibro di David Bowie e dei fondatori di You Tube – il prestigiosissimo Webby Awards, l’Oscar del web assegnato ogni anno dall’Accademia Internazionale delle Arti e delle Scienze Digitali. La sua personale Sublimis è stata proposta alla Triennale di Milano fino allo scorso ottobre. I progetti di La Spada hanno visto la collaborazione di compositori di fama internazionale, autori dei brani che accompagnano l’opera dell’artista: fra questi, il giapponese Ryuichi Sakamoto e l’austriaco Christian Fennesz, che da tempo “accompagnano” La Spada nel suo percorso di ricerca.

Info
Mostra Ab Origine – Porto 4 (Banchina Molini, 8 – Marghera – Venezia)
ingresso gratuito, da lunedì a venerdì, su appuntamento
Vernice su invito: mercoledì 10 febbraio, ore 18.30
Masterclass “Arte, sostenibilità e spiritualità” mercoledì 10 febbraio – ore 17.00
ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria, posti limitati
Info e prenotazioni: info@porto4.it

Workshop di microanimazione delle immagini per visual designer
“La fascinazione dell’immagine in movimento”
giovedì 11 febbraio – ore 10.00 -17.00 con pausa pranzo
costo 95 €, prenotazione obbligatoria, posti limitati
Info e prenotazioni: info@farmaciazooe.com

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211