Menu

Ca’ Foscari: un’app per sapere se c’è posto in biblioteca

Pubblicato il 17 novembre 2015 in Innovazione, Turismo, Venezia

ca-foscari-app-posto-per-te-full  

È l’uovo di colombo per risolvere – o almeno limitare i danni – l’affollamento delle aule studio in una città universitaria come Venezia: una app che ti dice in tempo reale quanti posti liberi ci sono in biblioteca. A idearla e realizzarla quattro studenti dell’Università di Venezia: Michele Minighin, sviluppatore, e i suoi colleghi di università Leonardo Cestari, Alberto Giannone e Angelo Zhou.

Giovanni Vaia

Giovanni Vaia

Si chiama “C’è posto per te” ed è in dowload gratuito, per il momento alla versione beta, per smartphone Android e Apple. Come funziona? Sfruttando i dati forniti dai badge che gli studenti “strisciano” per accedere alle aree dedicate allo studio. Al momento l’applicazione monitora quattro luoghi: la biblioteca di Area Umanistica, quella di Area Economica, quella di Area Scientifica e quella delle Zattere.

“C’è posto per te” nasce da un corso universitario del professor Giovanni Vaia, “Global sourcing”, nell’ambito del quale l’idea è stata sviluppata e messa in pratica.

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova. Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie