Terres des Hommes

Nasce a Padova la nuova expo dedicata al biomedicale

Una nuova manifestazione espositiva dedicata al settore biomedicale, un progetto che nasce da una rete di istituzioni e associazioni di categoria con l’obiettivo di favorire la crescita, l’internazionalizzazione e la capacità di innovazione delle imprese del settore, generando al contempo un indotto per il territorio. L’appuntamento con la prima edizione della fiera Circular Medical Expo – Innovation for global health è il 18 e 19 novembre 2024 in Fiera a Padova.

L’iniziativa, realizzata grazie alla Camera di Commercio di Padova e inserita nel programma promozionale dell’ente condiviso con la Regione Veneto, è promossa da Venicepromex in partnership con Padova Hall ed in collaborazione con Confindustria Veneto Est, Confimi Industria Sanità – Sanità Veneto, Confapi Veneto, CNA Veneto, Osservatorio Biomedicale Veneto, Galileo Visionary District, Unismart Fondazione Università di Padova, Università degli Studi di Padova.

La proposta rappresenta l’evoluzione dell’iniziativa Borsa del biomedicale veneto, un appuntamento di successo che nel 2022 e nel 2023 ha ospitato un programma di incontri B2B per favorire il matching fra aziende del settore e potenziali partner come centri e consorzi di acquisto o importatori di strumentazione biomedicale e medicale. Al calendario di incontri si affiancherà quest’anno un’area espositiva. La manifestazione sarà accompagnata da un programma di incoming con l’obiettivo di coinvolgere buyer da mercati ormai consolidati e da mercati emergenti, in particolare da Europa e Medio Oriente.

«Padova – spiega Antonio Santocono, Presidente della Camera di Commercio – si sta affermando sempre più come polo di riferimento per l’innovazione in ambito sanitario, non solo per l’eccellenza della pratica clinica e ricerca accademica, dalla medicina all’ingegneria biomedica, ma anche per gli appuntamenti capaci di mettere in connessione ateneo e impresa: penso al successo recente della prima edizione del World Health Forum Veneto o ai congressi medici e scientifici nazionali e internazionali ospitati nel Centro congressi Padova Congress. Circular Medical Expo è una proposta che va in questa direzione e trova la sua collocazione ideale nel quartiere fieristico, dove sta sorgendo anche il nuovo hub delle facoltà di ingegneria».

«Telemedicina, diagnostica precoce, chirurgia mininvasiva – aggiunge Franco Conzato, procuratore speciale di Venicepromex – sono solo alcune delle frontiere più interessanti in cui si sta muovendo la biomedicina, con soluzioni che in molti casi riguardano l’applicazione di tecnologie basate sull’intelligenza artificiale. L’appuntamento di novembre sarà occasione per esplorare alcune di queste innovazioni».

«Siamo molto soddisfatti di annunciare questo nuovo evento, che si inserisce perfettamente nel percorso di ampliamento e diversificazione della nostra offerta espositiva – dichiara Nicola Rossi, presidente di Padova Hall – Fiera di Padova si conferma una realtà in continua evoluzione, capace di intercettare i settori industriali più dinamici e innovativi, di far lavorare in sinergia imprese, università e istituzioni per offrire nuove opportunità di crescita al tessuto economico del territorio. Competenze, talenti, tecnologie: tutto questo troverà spazio all’interno di Fiera di Padova in una manifestazione trasversale in cui tanti soggetti diversi, ma accomunati da una visione innovativa, potranno trovare molteplici occasioni di crescere insieme. Si tratta di un evento unico per il nostro territorio, frutto di una positiva sinergia tra imprese, università e istituzioni, ma soprattutto in linea con la spinta innovativa che caratterizza il nostro quartiere fieristico».

La fiera si propone di diventare uno degli appuntamenti di riferimento per un settore che, secondo i dati dell’Ufficio studi della Camera di Commercio aggiornati alla fine del 2023, vede nel Padovano 364 aziende attive, il 23% delle realtà che operano in Veneto, mentre la quota di addetti supera il 27%: 1666 i lavoratori impiegati a livello provinciale, 6057 quelli attivi nelle 1595 imprese venete del biomedicale. Anche su scala regionale si è registrata una crescita, con un +10% di addetti rispetto al 2019, mentre nello stesso periodo il numero di imprese è rimasto sostanzialmente stabile segnando un -1,3%.  A livello nazionale, secondo i dati del Centro studi di Confindustria relativi al 2023, il settore dei dispositivi medici genera un mercato che vale 17,3 miliardi di euro tra export e mercato interno e conta 4.449 aziende, che occupano 118mila dipendenti.

Maggiori info sulla partecipazione alla manifestazione a questo link.

Ti potrebbe interessare