Terres des Hommes

CentroMarca Bcc conclude il 2023 con un utile netto di 28,9 milioni

CentroMarca Banca Credito Cooperativo di Treviso e Venezia conclude l’anno 2023 con un utile netto di 28,9 milioni, +48,59% rispetto al 2022. Anche il patrimonio ha registrato un aumento del 19%, raggiungendo la cifra di 192,3 milioni di euro entro la fine del 2023. Il bilancio finale verrà votato dai soci all’assemblea del 24 aprile.

L’indice Total Capital Ratio, utilizzato per valutare la solidità della banca, ha registrato un miglioramento, passando dal 22,50% del 2022 al 25,70% dello scorso anno.mLa raccolta totale è di 2 miliardi e 8 mila euro, con un aumento di 172 milioni di euro rispetto al 2022.

Attraverso servizi di consulenza, la raccolta indiretta ha superato il miliardo di euro, con una crescita del 18%. Cresce anche la raccolta diretta che raggiunge i 1.716 milioni di euro e che rappresenta un aiuto all’economia del territorio attraverso l’attività di impiego. Gli impieghi hanno svolto un ruolo cruciale nel sostegno alle famiglie e alle imprese, con un totale di 1.281 pratiche per un importo complessivo di 161 milioni di euro. Di questi, 53 milioni sono stati erogati a famiglie e 107 milioni alle aziende.

CMB ha offerto, inoltre, il servizio del credito agevolato per un totale di 6 milioni e 400 mila euro di contributi a fondo perduto a favore delle aziende clienti e ha investito sul terzo settore con un impegno finanziario di 1.173.336 euro, +24% rispetto all’anno precedente. L’istituto, infatti, ha potenziato il proprio supporto a favore delle comunità locali, facendosi partner di una vasta gamma di iniziative sociali, umanitarie, culturali e solidali.

“Negli ultimi tre anni sono entrati a far parte della nostra “famiglia” quasi 2.000 nuovi Soci. Un gradimento che ha riscontro tangibile dell’efficacia di un servizio capace di rispondere ai bisogni reali e che costituisce un valore aggiunto offerto dalla nostra Banca alla base sociale, vero cuore del nostro Credito Cooperativo – commenta il Presidente di CentroMarca Banca Tiziano Cenedese -. I numeri che abbiamo riportato, e che verranno sottoposti al voto dei Soci durante l’Assemblea, sono il frutto di un lavoro impegnativo che ha portato benessere e che evidenzia il legame concreto e diretto con le persone”.

“Dato l’interesse crescente da parte della clientela e del mercato verso la sostenibilità, diventa fondamentale per le imprese valutare il proprio posizionamento ESG e, contemporaneamente, effettuare gli investimenti necessari per integrare questi fattori nei propri processi produttivi – fa sapere il Direttore Generale di CentroMarca Banca Claudio Alessandrini -. Questo è essenziale per le aziende che desiderano intraprendere un percorso evolutivo funzionale.”

“Siamo estremamente soddisfatti dei risultati ottenuti – sottolinea il Direttore Generale Claudio Alessandrini -. Dall’analisi dei nostri dati finanziari e dell’impatto del nostro operato, emerge il ruolo cruciale che svolgiamo nel sostenere le famiglie e le imprese della nostra comunità. L’aumento dell’utile netto, la solidità patrimoniale e il miglioramento della qualità del portafoglio crediti sono l’esito di una gestione sana e prudente. Continueremo su questa strada, mantenendo lo sguardo concentrato sul tema del progresso sociale e ambientale”.

“Fra tutti i dati positivi del nostro bilancio 2023, il sostegno al territorio riveste un’importanza particolare, poiché sottolinea il nostro ruolo fondamentale di promotore del benessere sociale. Investire nella vita delle persone e nelle idee comunitarie rappresenta per noi una responsabilità prioritaria, specialmente in virtù del nostro ruolo di Credito Cooperativo. In questo contesto, è infatti per noi fondamentale garantire che l’utile venga reinvestito in iniziative a vantaggio della nostra comunità, così come fungere da catalizzatore, nel caso della nostra piattaforma sociale “CMB4PEOPLE”, di attività volte a sensibilizzare le persone alla solidarietà reciproca – ribadisce il Presidente Tiziano Cenedese -. Questa è la nostra missione, il nostro dovere. E l’aumento, anche nell’ultimo anno, di tali contributi va a confermare la lungimiranza e la preziosa eredità di valori che dal 1892 ci permette di portare a termine i nostri impegni, agendo nell’interesse esclusivo del nostro territorio”.

Ti potrebbe interessare