Terres des Hommes

Covid, ecco il testo del Dpcm 3 novembre 2020

Dpcm 3 novembre 2020: una data che riporta alcune regioni di Italia, di fatto, in lockdown. Il Paese sarà diviso, dalla mezzanotte di venerdì 5 novembre, in tre fasce: rosso, arancione e gialla, a seconda della gravità della situazioni. Per un mese si cercherà quindi di combattere l’espandersi della pandemia, con controlli settimanali o quindicinali della situazione di ogni regione. Il Dpcm 3 novembre 2020 porta per il Veneto una buona notizia: la Regione è stata infatti inserita nella fascia con minori restrizioni, quella gialla.

Veneto zona gialla. Coprifuoco alle 22, mascherine per tutti a scuola, Dad per le superiori

Una decisione niente affatto scontata: fino a 24 ore prima del momento in cui il premier Giuseppe Conte ha annunciato la divisione in fasce delle Regioni, pareva proprio che il Veneto dovesse essere zona arancione. C’è stato poi, nella giornata di mercoledì 3 novembre, un lungo lavoro con dati aggiuntivi e surplus di analisi per dimostrare come il Veneto potesse essere inserito nella fascia più bassa di restrizioni. A pesare, a quanto pare, soprattutto la capacità di resistenza del sistema sanitario veneto, in particolar modo riferita alle terapie intensive, che hanno ancora posti disponibili (siamo la seconda regione d’Italia per attuali letti liberi in terapia intensiva). Non solo: è stato premiato il tracciamento costante e il grande numero di tamponi effettuato sul territorio. Se conosci il nemico, e sai dove si nasconde, lo puoi combattere meglio, questo il ragionamento fatto.

LEGGI: GLI AIUTI PER LE FAMIGLIE, DAL CONTRIBUTO PER L’AFFITTO AI LAVORI GRATIS IN CASA

Molte famiglie soffrono le difficoltà dovute al contagio. Sul fronte sgravi, vi diamo due buone notizie:

LEGGI: IL FUTURO NELLE MANI DELLE NANOTECNOLOGIE

Dpcm 3 novembre 2020, il testo

Il Dpcm 3 novembre 2020 riporta anche alcune regole generali, che qua riportiamo:

  • didattica a distanza alla superiori, per tutti
  • coprifuoco alle 22 fino alle 5: dopo si potrà girare solo per lavoro, urgenze comprovate.
  • riduzione al 50% della capienza del trasporto pubblico
  • chiusura nei giorni festivi e prefestivi dei centri commerciali a eccezione di farmacie, parafarmacie, negozi di alimentari tabacchi che si trovino all’interno dei centri commerciali
  • chiusura di mostre e musei
  • mascherine a scuola anche alle elementari.
  • mascherina in generale obbligatoria sempre, se non per disabili, bambini sotto i sei anni e chi fa sport all’aria aperta (runner)

Ecco invece il testo completo del DPCM 3 novembre 2020

Ti potrebbe interessare