Intelligenza artificiale, IoT, cybersecurity: a Cortina il primo training per la digital transformation

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Intelligenza artificiale, IoT, cybersecurity, blockchain: la transizione verso il digitale e l’implementazione dei temi guida di Industria 4.0 necessitano di competenze di alto profilo. Reperirle sul mercato è una delle sfide più attuali per il mondo dell’impresa. Proprio per dare una risposta a queste esigenze nasce il Digital Transformation Training, un programma di aggiornamento intensivo per imprenditori e manager che si terrà il 24, 25 e 26 settembre a Cortina d’Ampezzo.

Un percorso formativo inedito, ideato e promosso da SMACT Competence Center, il centro di eccellenza per favorire il trasferimento tecnologico creato da 40 partner tra cui le otto Università del Triveneto (Università di Padova, Verona, Ca’ Foscari, IUAV, Trento, Bolzano, Udine e SISSA di Trieste), due centri di ricerca (Fondazione Bruno Kessler e Istituto Nazionale di Fisica Nucleare), la Camera di Commercio di Padova, ComoNExT e alcune tra le aziende più innovative del territorio.

Lavoro Veneto, segnali di vita. E il Pil regionale va meglio di quello italiano

I manager e gli imprenditori di oggi hanno maturato la propria esperienza in un mondo proto-digitale. Ora si trovano a guidare le proprie aziende nella transizione verso nuovi scenari tecnologici e strategici, sollecitati a compiere scelte impegnative sulla base di analisi di terzi. Questo programma intensivo (a questo link il form per iscriversi) offre loro la possibilità di approfondire i contenuti di Industria 4.0, acquisire strumenti di analisi di primo livello utili a informarne le scelte aziendali e favorire lo scambio di esperienze tra imprese.

Il programma e i relatori

Sono 7 le parole chiave alla base del programma, 7 moduli di 90 minuti in ciascuno dei quali accademici e imprenditori offriranno elementi di comprensione, analisi e casi concreti di applicazione: Cloud, edge and fog, Cybersecurity, Internet of Things, Big Data Analytics, Artificial Intelligence, Blockchain, Servitization. Al centro del percorso non solo l’opportunità formativa, ma anche il ritiro dalla quotidianità nel contesto suggestivo delle Dolomiti, con i partecipanti che saranno ospitati nella Casa per Ferie Orsoline, una struttura essenziale immersa nella natura a pochi passi dal centro di Cortina.

Ad aprire il programma giovedì 24 settembre Fabrizio Dughiero, presidente del consiglio di gestione di SMACT Competence Center, e il direttore Matteo Faggin. Di Cloud, Edge and Fog parleranno Franco Fummi (Università di Verona) e Giulio Covassi (Kiratech). Spazio quindi alla Cybersecurity con Riccardo Focardi (Università Ca’ Foscari di Venezia), Umberto Cattaneo e Marco Gamba (Schneider Electric).

La giornata di venerdì 25 settembre sarà inaugurata dal tema Internet of Things, con Andrea Zanella (Università di Padova) e Roberto Siagri (Eurotech). I Big Data Analytics saranno al centro del modulo condotto da Luca Di Gaspero (Università di Udine), Denis Cappellari (BeanTech) e Marco Ometto (Danieli Automation). Nel pomeriggio l’argomento sarà l’Artificial Intelligence, con Gianluigi Rozza (SISSA Trieste), Maurizio Novello (Miriade) e Giuseppe Saragò (Wartsila). A seguire attività di coaching a cura di Silvio Bartolomei, business coach.

Ultimo giorno sabato 26 settembre con la Blockchain, di cui parleranno Nabil El Ioini (Università di Bolzano) e Massimo Morbiato (EZ Lab). Chiusura dei lavori infine con il tema della Servitization, con Carlo Bagnoli (Università Ca’ Foscari di Venezia) e Marco Cesare (Zuora Inc).

Ti potrebbe interessare