Menu

BpVi, Intesa non responsabile per i risarcimenti. Il Gup gela i risparmiatori

Pubblicato il 9 febbraio 2018 in Credito, Vicenza

Tribunale di Vicenza  

Il giudice per le indagini preliminari di Vicenza ha escluso banca Intesa Sanpaolo, Banca d’Italia e Consob dalla responsabilità civile nel procedimento a carico degli ex vertici della Banca Popolare di Vicenza. La disposizione, arrivata l’8febbraio nell’ambito del processo contro Gianni Zonin e gli altri ex dirigenti dell’istituto, ha gelato i risparmiatori.

I quali in una precedente e opposta decisione del Gup di Roma presa nell’ambito del processo parallelo agli ex manager di Veneto Banca, avevano visto uno spiraglio per poter ottenere risarcimenti dal gruppo bancario che ha rilevato le due ex popolari venete.

Secondo il Gup del processo berico, infatti, «il responsabile civile per i fatti contestati agli imputati – così si legge nell’ordinanza – deve essere individuato nell’istituto di credito al servizio del quale essi agivano in qualità di amministratori e dipendenti». Non quindi nella banca che ne ha ereditato attività e dipendenti.

Per l’Unione Nazionale Consumatori, che si era fatta promotrice della richiesta di considerare responsabili civili Intesa, Bce, Consob e Bankitalia – tutte richieste bocciate dal Gup – la decisione del giudice è «una sconfitta per i risparmiatori». Così si esprime l’avvocato dell’associazione Corrado Canafoglia.

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211