Menu

Rilanciare l’impresa familiare: ad InfiniteArea coaching il 24 gennaio

Pubblicato il 13 gennaio 2017 in Opportunità, Treviso

InfiniteArea  

Il centro per l’innovazione d’impresa InfinteArea di Montebelluna ospita martedì 24 gennaio un incontro sul tema dell’evoluzione del modello di business delle imprese di famiglia. L’appuntamento, alle ore 20.30, è organizzato da The Family Business Unit, piattaforma dedicata a sostenere l’evoluzione delle imprese di famiglia.

Sarà occasione per confrontarsi sul valore e i rischi dell’impresa familiare, approfondire la visione del progetto messo in campo da The Family Business Unit e presentare la seconda edizione di FBU Academy, un training dedicato specificatamente alle aziende di famiglia. Per un intero anno accompagna le giovani generazioni di imprenditori a rafforzare le loro competenze gestionali e personali, ad acquisire e testare, in un ambiente protetto, un particolare tipo di leadership, in cui si concentrano abilità e sensibilità adeguate a integrare affetti e azienda. Dieci incontri di formazione, a partire dal mese di febbraio, proposti assieme a diversi strumenti di crescita personale e di confronto. Da un lato il coaching, per “declinare” le competenze apprese nelle specifiche sfide che ogni imprenditore si trova ad affrontare nel proprio contesto professionale, e dall’altro una community che riunisce tutti gli imprenditori coinvolti nel progetto: attraverso incontri e utilizzando i canali social è favorito il confronto tra pari, in cui gli imprenditori possono condividere e confrontarsi, cogliere stimoli e nuove opportunità d’impresa.

«La passione che un imprenditore e la sua famiglia mettono nella loro impresa – spiega Luca Marcolin, fondatore nel 2011 di The Family Business Unit, assieme al collega inglese Stuart Farleight – depongono a favore di risultati di eccellenza. Anche se non è sempre tutto così facile. Mettere insieme famiglia e impresa vuol dire mettere insieme due sistemi che non sempre condividono interessi e priorità. La passione che tanto premia quando tutto e tutti sono allineati, diventa emotività che rende difficile il confronto e può creare stallo o forti conflitti. Questa “macchina perfetta” esprime il suo potenziale nell’integrazione, in equilibrio tra continuità e innovazione, qualità delle relazioni e focalizzazione sui risultati, creando un binomio virtuoso tra impresa e famiglia, coinvolgimento personale e fiducia reciproca».

L’osservatorio AUB dell’Università Bocconi nel novembre 2016 ha calcolato che il 65% delle imprese italiane e il 71% delle imprese venete con oltre 20 milioni di euro di fatturato sono familiari, la percentuale di imprese quotate in borsa che afferiscono a una famiglia supera il 40%. Dati in linea con la precedente rilevazione di AUB. Unioncamere Veneto ha analizzato i dati di bilancio degli ultimi 8 anni di un campione rappresentativo di aziende: le imprese di famiglia si confermano capaci di performance migliori, sia per tassi di crescita del fatturato che per marginalità.

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211