Menu

Safilo: utile netto a +22%

Pubblicato il 29 aprile 2014 in Pmi e Imprese, Veneto

Un paio di occhiali  

Il Consiglio di Amministrazione di Safilo Group S.p.A. ha esaminato e approvato oggi i risultati del primo trimestre 2014. Nei primi tre mesi dell’anno, Safilo ha messo a segno un incremento delle vendite a cambi costanti dell’1,9% e un più significativo miglioramento della marginalità e degli utili, con una crescita del risultato netto di Gruppo che ha sfiorato nel periodo il 23%. Questi risultati economici hanno consentito al Gruppo di registrare una leva finanziaria di 1,7 volte.

 

Il commento dell’Ad Delgado

Luisa Delgado, Amministratore Delegato del Gruppo Safilo, ha commentato: “I risultati di questo primo trimestre 2014 sono per noi coerenti con l’azione strategica di medio-lungo termine con la quale abbiamo deciso di governare il nostro business e sulla base della quale stiamo oggi impostando le nostre scelte operative. Puntiamo alla crescita sostenibile e profittevole del nostro business. L’obiettivo è quello di creare occhiali all’avanguardia, rafforzare la qualità della distribuzione in tutto il mondo per far emergere la specificità di ciascun singolo marchio e collaborare con i nostri clienti attraverso un’attenta e condivisa pianificazione. Questo ci ha permesso, nel trimestre, di consolidare le nostre posizioni commerciali nei diversi mercati e nei principali canali distributivi, migliorando al contempo le componenti economiche e finanziarie del business. Nel trimestre abbiamo gradualmente introdotto Fendi nei mercati chiave di tutto il mondo e lanciato la prima collezione di occhiali Bobbi Brown negli Stati Uniti e in Canada. Sulla base delle prime reazioni positive del mercato, queste due nuove aree di business promettono un primo anno soddisfacente e un potenziale di crescita sostenibile e di qualità. Tra i marchi di proprietà di Safilo, vorrei ricordare il costante miglioramento di Polaroid sia nei mercati consolidati sia in quelli nuovi. Siamo particolarmente soddisfatti dell’ottima performance che abbiamo raggiunto a livello di risultato industriale lordo, con la marginalità che si è avvicinata al 63%, così come di aver compiuto passi avanti sotto il profilo operativo pur in presenza di investimenti crescenti sia sul fronte dei progetti di brand building relativi ai nostri marchi di proprietà sia per i programmi dedicati al miglioramento dei processi aziendali e dei relativi sistemi informativi. In marzo abbiamo festeggiato l’80° compleanno di Safilo fiduciosi che il 2014 rappresenterà una pietra miliare su cui costruire la storia del nostro Gruppo per i prossimi ottant’anni”.

Performance economico-finanziaria

Nel primo trimestre 2014, il fatturato totale del Gruppo si è attestato a 293,2 milioni di euro rispetto ai 297,0 milioni di euro registrati nello stesso periodo 2013 (+1,9% a cambi costanti e -1,3% a cambi correnti), con la componente cambi che ha inciso negativamente sulla performance complessiva del periodo per il 3,2%.

Il fatturato wholesale è passato a 276,7 milioni di euro dai 279,6 milioni di euro nel primo trimestre 2013 (+2,1% a cambi costanti e -1,0% a cambi correnti), mentre i 132 negozi Solstice negli Stati Uniti hanno registrato vendite pari a 16,5 milioni di euro, in calo dell’1,6% a cambi costanti anche a causa delle cattive condizioni climatiche che hanno colpito il Nord America all’inizio dell’anno.

Nel mercato europeo, il fatturato trimestrale del Gruppo ha fatto segnare una crescita a cambi costanti del 3,1%, portandosi a 131,3 milioni di euro rispetto ai 128,2 milioni di euro nel primo trimestre 2013 (+2,4% la performance a cambi correnti). Tra i paesi europei più forti, si è messa in luce la performance della Germania e del Regno Unito, mentre è continuato il percorso di recupero del business nel mercato italiano e in paesi quali Spagna e Portogallo. I grandi clienti europei si sono confermati il migliore canale distributivo del Gruppo sia per l’offerta top end che per i marchi del segmento fashion e value-for-money. E’ risultato in linea con l’anno precedente il giro d’affari a cambi costanti nel mercato americano (+0,3%), dove i ricavi totali si sono attestati a 112,9 milioni di euro dai 118,6 milioni di euro nel primo trimestre 2013 (-4,8% a cambi correnti).

Il mercato statunitense ha parzialmente risentito della performance sottotono delle vendite retail e più in generale del business vista presso il canale degli ottici indipendenti. Nel corso del trimestre, Safilo ha costituito una nuova business unit dedicata allo sviluppo dei principali mercati latino- americani, che anche nei primi tre mesi dell’anno si sono segnalati come i protagonisti delle migliori performance, dando la misura delle potenzialità ancora inespresse per Safilo in quest’area del mondo.

In Asia, il fatturato ha registrato un incremento dell’1,9% a cambi costanti, grazie alla performance positiva di Cina e Corea, in particolare nel segmento degli occhiali da sole. Nel periodo il fatturato è risultato pari a 45,0 milioni di euro rispetto ai 46,0 milioni di euro nello stesso trimestre 2013 (-2,2% a cambi correnti).

Sotto il profilo economico, il primo trimestre 2014 è stato caratterizzato dalla forte progressione del margine industriale lordo, in crescita di 230 punti base, al 62,8% dei ricavi dal 60,5% registrato nello stesso periodo 2013.
In valore assoluto, l’utile industriale lordo è invece aumentato del 2,4% a 184,0 milioni di euro rispetto ai 179,7 milioni di euro del primo trimestre 2013. Il miglioramento della componente mix prodotto, marchio e canale ha rappresentato il principale contributore al risultato del periodo, congiuntamente all’aumento dei volumi Made in Safilo e all’efficentamento dei processi produttivi.

L’utile operativo lordo (EBITDA) ha registrato a sua volta un incremento del 2,3%, attestandosi a 35,4 milioni di euro rispetto ai 34,7 milioni di euro del primo trimestre 2013. Il margine EBITDA è invece salito al 12,1% delle vendite dall’11,7% dello stesso periodo 2013.

Nel primo trimestre 2014, l’utile operativo (EBIT) è risultato pari a 26,8 milioni di euro rispetto ai 25,7 milioni di euro dello stesso periodo 2013. Alla crescita del 4,3% in valore assoluto è corrisposto il miglioramento dell’incidenza sui ricavi, passata al 9,1% dall’8,7% nel primo trimestre 2013.

Sul fronte della gestione finanziaria, il trimestre ha beneficiato del dimezzamento degli oneri finanziari netti, passati da 5,5 milioni di euro a 2,3 milioni di euro (-58,0%) grazie alla diminuzione del debito e al miglioramento del mix delle fonti di finanziamento a seguito del rimborso del prestito obbligazionario High Yield avvenuto a maggio 2013. Stabile invece il tax rate, pari al 32,4% dell’utile prima delle imposte (32,6% nel primo trimestre 2013). Il risultato netto di Gruppo ha quindi messo a segno un incremento del 22,9%, portandosi a 16,5 milioni di euro dai 13,4 milioni di euro registrati nel primo trimestre 2013.

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211