Terres des Hommes

Progetto Fuoco al via a Verona con 550 espositori: ecco i premi per stufe e caminetti di design

Inaugurata la quattordicesima edizione di Progetto Fuoco, il più importante evento mondiale dedicato agli apparecchi per il riscaldamento e la produzione di energie attraverso la biomassa, in programma in fiera a Verona fino a sabato 2 marzo. Dalle stufe ai caminetti passando per caldaie, barbecue e cucine a legna e pellet: all’evento sono presenti 550 aziende espositrici, di cui 200 provenienti da 35 paesi esteri. Al centro della manifestazione tutte le novità di mercato e le più moderne tecnologie basate sull’utilizzo di biomasse legnose, che rappresentano oggi la principale fonte di energia rinnovabile, utilizzata nel riscaldamento residenziale da oltre un quarto delle famiglie italiane. Consegnarti anche i premi dedicati al design “Prize X 2024”, che sono andati a Cadel e ad Edilkamin.

«Il riscaldamento a biomassa costituisce un tema di sviluppo fondamentale all’interno dei dispositivi strategici del Ministero» ha dichiarato il viceministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica Vannia Gava in una nota. «Anche per questo, nell’ambito degli accordi di programma con le Regioni per la qualità dell’aria, sono state attivate specifiche linee di contribuzione cumulabili con gli incentivi del Conto Termico, per l’installazione e l’efficientamento di dispositivi a biomassa di ultima generazione. Inoltre, nell’ambito del “programma nazionale di controllo dell’inquinamento atmosferico”, è previsto un investimento di 2 miliardi di euro fino al 2030 per diverse misure, tra cui la sostituzione di impianti di riscaldamento a biomassa nelle abitazioni».

L’evento di inaugurazione si è aperto con i saluti di Federico Bricolo, presidente di Veronafiere. Presenti Maurizio Danese, amministratore delegato di Veronafiere, Raul Barbieri, direttore commerciale di Veronafiere, Stefania Zivelonghi, assessore alla sicurezza, legalità, trasparenza del Comune di Verona, Flavio Massimo Pasini, presidente della provincia di Verona e Domenico Brugnoni, presidente di AIEL.

«Progetto Fuoco – ha spiegato il presidente di Veronafiere Federico Bricolo – accende i riflettori su una filiera con un giro d’affari di 4 miliardi di euro che vede ogni giorno al lavoro tante imprese simbolo dell’eccellenza del Made in Italy. Le aziende che espongono in fiera in queste giornate sono la rappresentazione di come la tecnologia e la voglia di innovare possono portare il settore del riscaldamento a biomassa nel futuro e contribuire ad una reale transizione energetica».

Fire Observer Prize X

Progetto Fuoco punta i riflettori anche su bellezza e design dei prodotti. È stato consegnato a Cadel il premio “Prize X 2024” per il prodotto “Hublot”. Il premio, assegnato sulla base dei voti dei lettori espressi sul blog “FIRE OBSERVER | Danilo Premoli”, tra novembre 2023 e gennaio 2024, premia stufe e caminetti di design. Inoltre, una giuria di addetti ai lavori ha assegnato un premio speciale tra tutte le candidature a Edilkamin, per il prodotto “Bench 54”. I prodotti candidati sono esposti in un’area creata appositamente per valorizzarne le caratteristiche e i valori estetici, grazie alla collaborazione con Lignum – Distretto del Mobile di Verona.

Progetto Fuoco Innovation Village

Si è tenuto oggi alle 15 l’opening dell’Innovation Village di Progetto Fuoco, l’area in cui le aziende innovative raccontano le loro idee e presentano i loro prodotti a potenziali partner e investitori. Le 5 startup presenti all’Innovation Village parteciperanno a «Give Me Fire – Progetto Fuoco Startup Award», il premio – promosso da Progetto Fuoco e Blum, in collaborazione con Aiel – assegnato da una giuria di esperti alla soluzione tecnologica reputata di maggiore impatto. Le startup presenti sono: BiStems, Goojob, RCoffee, Firewell, N2Air e il Consorzio iNEST. La finale dello Startup Award è in programma sabato 2 marzo alle ore 11.

Programma del 29 febbraio 

Il settore forestale, asset strategico delle politiche industriali, energetiche e ambientali nazionali, è al centro di diversi convegni e tavole rotonde che si terranno nel corso dei quattro giorni di Progetto Fuoco. In qualità di partner tecnico della manifestazione, AIEL (Associazione Italiana energie Agroforestali) arricchirà il dibattito proponendo una serie di incontri di approfondimento. Giovedì 29 febbraio alle 9.30 presso l’Area Workshop AIEL si svolgerà il convegno “Lavoriamo insieme per migliorare la qualità dell’aria. Primo tavolo di confronto del Protocollo d’intesa MASE-Regioni-AIEL”, evento organizzato in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica che offrirà l’occasione per uno scambio di esperienze e un confronto tra diverse regioni italiane. Alle ore 10, presso lo Stand Anfus – Padiglione 8 Stand D53, si terrà l’incontro su “Le disposizioni regionali in Italia regione per regione”, a cura di Anfus e Progetto Fuoco. Alle 13.30, alla sala convegni di Assocosma nel Padiglione 5, l’incontro su “Stufe ad accumulo: il benessere del calore radiante che rispetta l’ambiente”.

Progetto Fuoco, in programma dal 28 febbraio al 2 marzo 2024 presso la Fiera di Verona, è il più importante appuntamento internazionale dedicato al settore del riscaldamento e della produzione di energia attraverso la combustione della legna: https://www.progettofuoco.com/. 

Ti potrebbe interessare