Venezia, il Mite approva la seconda darsena del terminal di Fusina

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Buona notizia per le compagnie crocieristiche: il Ministero della Transizione Ecologica ha autorizzato l’utilizzo della darsena sud del terminal di Fusina. Quest’ultimo è l’unico approdo disponibile nella laguna di Venezia per le grandi navi da crociera, dopo che il governo ne ha vietato il transito sul Canal Grande e su quello della Giudecca.  Al consenso del Ministero della Transizione Ecologica seguiranno comunque verifiche di compatibilità ambientale.

Il progetto per la seconda darsena del terminal era stato valutato positivamente nel 2012. Tuttavia, i lavori finiti in ritardo rispetto ai termini di validità quinquennali della certificazione ambientale hanno causato uno stallo. Ora, dopo i controlli necessari, sarà finalmente possibile utilizzare anche questa parte del terminal. La differenza sarà sostanziale: si passerà, infatti, da due a quattro banchine.

«La disponibilità di due ulteriori banchine all’interno del sistema portuale lagunare – ha commentato il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale, Fulvio Di Blasio – ci permette di aumentare la ricettività rispetto al traffico crocieristico, nell’ottica di un ampliamento degli approdi diffusi e di ridurre al minimo le possibili interferenze del traffico passeggeri con il traffico merci. In questo modo il porto risponde alle istanze delle compagnie e degli operatori del settore crocieristico che non hanno mai smesso di considerare Venezia, destinazione di richiamo mondiale, come porto hub di riferimento per il Mare Adriatico e per le crociere nel Mediterraneo».

Foto: Unsplash

Ti potrebbe interessare