Open Innovation: uno strumento di crescita per le pmi

In collaborazione con openinnovation.me
In collaborazione con openinnovation.me
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

La nascita e crescita di una pmi è sempre stata definita tradizionalmente dalle intuizioni del suo fondatore. La sequenza che vediamo usualmente in una pmi è la nascita di un’idea all’interno dell’azienda per risolvere uno specifico problema per poi disegnare un prodotto che lo risolva e metterlo in vendita. La crescita sistematica del fatturato viene poi legata principalmente alle attività di marketing e vendita.

Nel tempo questo metodo ha mostrato il fianco a molte lacune che causano stagnazione o decrescita del fatturato. Il primo motivo è che i clienti non trovano più interesse nel problema inizialmente risolto, il secondo che l’azienda non è più in grado di trovare nuovi validi problemi da risolvere. Per avere una crescita sistematica le pmi devono abbandonare il lento metodo legato all’intuizione estemporanea di singole persone e focalizzarsi invece sul trovare velocemente nuovi problemi locali presenti nel mondo, disegnando innovazioni per risolverli.

Per farlo i metodi tradizionali di marketing e vendita non sono più validi. Questi sebbene sistematici sono diventati binari, rispondendo esclusivamente a domande come “Vuoi comprarlo?”, “Condividi?”, “Ti piace?” e, nel caso delle ricerche di mercato, ai pregiudizi dell’azienda.

L’open innovation è il metodo utilizzato dalle aziende per trovare sistematicamente nuovi problemi da risolvere. La ricerca continua di problemi attraverso l’open innovation permette di attuare una crescita sistematica, rivolta ad innovare velocemente e al reale ascolto del cliente. Si potranno in questo modo individuare problemi geograficamente locali o di specifici mercati a cui le pmi non riescono ad accedere o non conoscono.

Il futuro della crescita delle pmi è legato alla conoscenza e all’utilizzo dell’open innovation rivolti ad acquisire la sistematicità nello scoprire i problemi locali nel mondo e a risolverli in modo innovativo con il proprio know-how.

Andrea Toniolo
Esperto di open innovation
Fondatore del social media openinnovation.me

Ti potrebbe interessare