Fare business in Germania: dati, strategie e approcci dalle aziende «che ce l'hanno fatta»

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Sono tantissime le aziende che vorrebbero aprire o potenziare il proprio business verso Germania, Austria e Svizzera. L’evento di martedì 10 novembre «Crescere nel mercato tedesco: istruzioni per l’uso», organizzato da Unicredit e Veneto Economia ha provato a fare proprio questo. Ha messo insieme aziende «che ce l’hanno fatta» con tanti partecipanti, imprenditori e appassionati collegati su Zoom e sulle varie piattaforme in cui l’evento era in streaming.

Affinità e divergenze tra il mercato italiano e quello tedesco

L’evento è iniziato con l’intervento di Alexander Angerer, Team Leader – Market & Business Development della Camera di commercio italo-germanica, che ha delineato i principali assi in cui operare per riuscire a conquistare il mercato germanofono. Durante il suo speech ha spiegato come la camera di commercio cerca di creare un ponte fra i due stati, e ha mostrato dati concreti sulle affinità tra i due mercati. Metafora calcistica per il secondo intervento con Christian Lechner, Professore di Entrepreneurship dell’Università di Bolzano, che ha preso come esempio la «partita del secolo» del 1970, quando l’Italia ha battuto la Germania 4-3. Un esempio efficace per spiegare le differenze di comportamenti tra il mercato italiano e quello germanofono, come “Man spricht Deutsch”, “Si parla tedesco”, la propensione a “giocare per vincere” e non “giocare per non perdere” e molti altri spunti e dati interessanti, spendibili e attuali.

Innovazione e marketplace, armi per la conquista

Spazio poi all’innovazione con Stefan Peintner, partner di WhatAVenture, che, raccontando la sua decennale esperienza nel mercato, ha spiegato come acquisire clienti “Deutschesprächigen”: che parlano tedesco. Esempi concreti uniti a consigli su come approcciare il target, analizzare i competitor e attrarre potenziali investitori. Poi un focus su come vendere online con Eleonora Calvi Parisetti, autrice di Amazon Advertising, che, nonostante la sua conoscenza del gigante di Bezos ha spiegato che il popolo tedesco, essendo abituato alle novità, non è totalmente fidelizzato ad Amazon, ma che compra e investe molto anche su altri marketplace online come Otto, Real.de, MediaMarkt e Yatego. E poi i migliori approcci, la sicurezza e i dati del mercato.

Dati, analisi e testimonianze

Alessandro Paoli, Head of UniCredit International Center Italy ha offerto una completa e dettagliata analisi dei mercati DACH (Germania, Austria e Svizzera), vedendo come le aziende italiane oggi operano nel mercato. Preziosi dati che aiutano a capire l’export, l’impronta del Made in Italy, le partnership commerciali e come conquistare attivamente il mercato. A concludere l’evento Cristiano Simonetto, Group Chief Information Officer and E-commerce director di Tecnica Group, azienda che dalle Alpi si è sempre affacciata anche a nord. Un intervento ottimista, che ha portato la testimonianza dell’azienda leader nella produzione di articoli sportivi, e dei passi che ha fatto per conquistare il mercato DACH.

Ti potrebbe interessare