Veneto, cresce la reputazione digitale

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Il Veneto è la regione con la reputazione digitale in maggiore crescita. A TTG Travel Experience, fiera del turismo B2B in Italia, si è tenuta la quinta edizione di Italia Destinazione Digitale, l’Oscar delle regioni italiane, ideato da The Data Appeal Company per restituire ai territori un risultato concreto del monitoraggio e dell’analisi dei big data raccolti e analizzati dall’intelligenza artificiale di Travel Appeal e dare una lettura inedita del turismo a partire da chi quei territori li visita e li vive.

Una edizione del premio “straordinaria” quella di quest’anno, rivista e ampliata per tener conto degli impatti significativi dell’emergenza Covid-19 sul turismo in Italia e nel mondo e dare ancora più risalto agli operatori di settore che, nonostante la difficile e imprevedibile congiuntura, hanno saputo resistere, valorizzare la loro offerta, cercando di far sentire i viaggiatori accolti e al sicuro.

L’Oscar delle Regioni Italiane 2020 va al Trentino, che si aggiudica il titolo di regione con la migliore reputazione online. La regione più recensita è il Lazio, quella più accogliente la Valle d’Aosta, la più amata dai turisti stranieri la Sicilia, la regione con la miglior offerta enogastronomica l’Umbria.

LEGGI: GLI AIUTI PER LE FAMIGLIE, DAL CONTRIBUTO PER L’AFFITTO AI LAVORI GRATIS IN CASA

Molte famiglie soffrono le difficoltà dovute al contagio. Sul fronte sgravi, vi diamo due buone notizie:

LEGGI: IL FUTURO NELLE MANI DELLE NANOTECNOLOGIE

I tre premi speciali

 Tre i premi speciali, che hanno tenuto conto dell’emergenza sanitaria che il Paese e il mondo intero stanno attraversando: il Molise si è aggiudicato il premio di regione con il più alto Covid Safety Index, l’indice di The Data Appeal Company che misura la percezione dei viaggiatori relativamente alle misure anti-Covid adottate da hotel, ristoranti e attrazioni; la Toscana ha vinto il premio di regione con la migliore strategia sulle OTA in risposta al Covid-19 e il Veneto si è aggiudicato il premio di regione con la reputazione più in crescita.

L’analisi: quest’anno il premio è stato assegnato sulla base della più ampia analisi mai realizzata da The Data Appeal Company: sono stati presi in considerazione 21,4 milioni di contenuti pubblicati online, su 470 mila punti di interesse nei comparti ricettività, locali e ristorazione, attrazioni e affitti brevi, nel periodo che va da settembre 2019 a agosto 2020. Nei mesi di lockdown si è registrato un calo drastico, con una parziale ripresa estiva: in generale la diminuzione media è del 68% negli ultimi sei mesi. Vista la fortissima correlazione tra contenuti online e i flussi turistici, questo dato racconta quello che molto probabilmente i dati ufficiali del turismo stanno rilevando: nel 2020 sono mancati circa 2 turisti su 3. Inoltre vi è una differenza significativa tra le destinazioni urbane, in grande sofferenza per l’assenza del turismo internazionale di medio-lungo raggio e la mancanza di fiducia del resto della domanda, e le destinazioni balneari, che hanno un riscontro decisamente migliore da parte della domanda e che chiudono una stagione contenendo le perdite.

Ospitalità alberghiera ed extralberghiera. Sono state prese in esame più di 74 mila strutture ricettive individuate online, tra B&B, hotel, agriturismi e altre tipologie di alloggio, di cui il 67% attive negli ultimi 6 mesi: la soddisfazione degli ospiti è pari all’86,7%, in lieve crescita rispetto all’anno precedente, con punte di 87% al nord. La maggior parte dei turisti naturalmente provenivano dal Belpaese ma i più soddisfatti sono stati gli Sloveni, con un sentiment positivo pari all’89,2%.

Ristorazione. Sono stati considerati più di 187,3mila ristoranti presenti online in Italia (erano 143 mila l’anno scorso), di cui l’89% attivo in rete (nel 2019 solo l’82%): l’aumento della presenza online è da ricercarsi in una modifica della domanda (più focalizzata sulla consegna a domicilio e asporto) e la necessità degli operatori di adeguarsi a queste nuove esigenze. La soddisfazione dei viaggiatori è pari all’85,7%, leggermente in crescita; atmosfera, accoglienza, posizione e qualità del cibo sono generalmente gli aspetti più apprezzati, il costo rimane una nota dolente (sentiment al 58%).

Attrazioni e esperienze outdoor. La soddisfazione media per attrazioni e esperienze outdoor è altissima, pari all’89,6% (nel Centro Italia super addirittura il 90%). Sono state prese in considerazione 39,7 mila attrazioni attive online in Italia, di cui il 56% attive negli ultimi 6 mesi.

 

 

Ti potrebbe interessare