Menu

Fusione Luxottica-Essilor, la Commissione Ue apre un’indagine

Pubblicato il 26 settembre 2017 in Belluno, Pmi e Imprese

Luxottica  

L’Unione Europea apre un’indagine antitrust sulla fusione Luxottica-Essilor. Ad annunciarlo oggi 27 settembre 2017 è stata la Commissione Ue, preoccupata che la fusione possa ridurre la concorrenza nel campo delle lenti ottiche. Inoltre proseguirà le indagini sugli effetti della fusione sul mercato dell’occhialeria.

«Metà dei cittadini europei indossano gli occhiali – ha dichiarato la commissaria Ue per le politiche sulla concorrenza Margrethe Vestager – e quasi tutti noi avremo bisogno un giorno di strumenti per correggere la vista. Per questo dobbiamo attentamente valutare se la fusione proposta porterà a prezzi più alti o ridurrà le scelte per gli ottici e in ultima analisi per i consumatori».

Il gruppo francese Essilor è il principale fornitore di lenti oftalmiche, mentre l’italiana Luxottica è leader nel mercato delle montature. La fusione fra i due gruppi è stata annunciata nel gennaio 2017 e ha per risultato un gruppo da 50 miliardi di euro di capitalizzazione.

La transazione che ha portato alla fusione, ricostruisce sapere la Commissione Europea, è stata comunicata a Bruxelles il 22 agosto, e ora la Commissione ha 90 giorni lavorativi, fino al 12 febbraio 2018, per decidere se dare il via libera o bloccare l’operazione.

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211