Menu

Veneto Sviluppo, utile di 1,7 milioni nel bilancio 2016

Pubblicato il 31 marzo 2017 in Credito, Pmi e Imprese, Regione, Veneto

Vega Venezia foto via http://www.metrotourist.it/it/poi/95/vega-parco-scientifico-tecnologico-di-venezia-scarl  

Veneto Sviluppo chiude il bilancio 2016 in utile per 1,7 milioni di euro, con un risultato positivo per il quarto esercizio consecutivo.  Il cda della finanziaria della Regione Veneto guidato da Fabrizio Spagna, da poco nominato presidente, ha approvato il progetto di bilancio 2016 con risparmi del 19% sui costi amministrativi, che passano da 4,6 a 3,7 milioni di euro rispetto all’anno precedente.

Ai risparmi di gestione si assommano i dividendi percepiti dal portafoglio delle partecipazioni, che hanno generato proventi finanziari per 872 mila euro (+137% rispetto al 2015). Sono 34 in totale, di cui 7 in procedura concorsuale o in liquidazione, le società partecipate da Veneto Sviluppo, per un controvalore dell’intero portafoglio di investimento pari a circa 44 milioni di euro.

Leggi anche: Regione Veneto, tagli per 27 società partecipate indirette

Il risultato positivo beneficia infine di un plusvalore netto di 400 mila euro generato dalle stesse partecipazioni, nonostante le rettifiche per circa 1,4 milioni euro che il cda della finanziaria ha ritenuto di appostare per rendere ancora più solido il bilancio d’esercizio 2016.

Veneto Sviluppo, finanza agevolata per 16mila imprese

È continuato l’impatto positivo delle misure agevolative a soccorso e sostegno del tessuto produttivo regionale: ammonta a 16.700 il totale delle imprese che hanno beneficiato della operazioni di finanza agevolata, di garanzia e di riassicurazione del credito, per un importo che al 31 dicembre 2016 si è attestato a circa 1,1 miliardi di euro.

Se il 2015 era stato l’anno di lancio dell’operazione denominata “Veneto Minibond” – con la quale la finanziaria regionale unitamente alla Federazione Veneta delle Banche di Credito Cooperativo ha destinato un patrimonio di 25 mln euro a favore di operazioni che mirano a destinare i fondi, raccolti attraverso la sottoscrizione di titoli di debito privato, a nuovi investimenti materiali, immateriali e finanziari per le aziende – il 2016 è stato l’esercizio in cui sono state perfezionate le prime due operazioni.

UBC e Zamperla beneficiano dei Minibond

A beneficiare dello strumento Veneto Minibond sono state le società vicentine UBC, attiva nel settore dell’abbigliamento e delle calzature che ha emesso un titolo del valore nominale di 500 mila euro, e Zamperla, leader mondiale nella realizzazione e installazione di giostre e di attrazioni per i parchi tematici, che invece ha raccolto 1 milione di euro.

«Il quarto bilancio in attivo – commenta il presidente Fabrizio Spagna – è sicuramente un’altra tappa importante per qualificare sempre più il lavoro di Veneto Sviluppo agli occhi non solo dei propri soci ma dell’intera business community. Un risultato di grande pregio quello ottenuto dal Consiglio di Amministrazione della finanziaria regionale, che è mia intenzione rafforzare ulteriormente con diverse misure utili ad accrescere la competitività delle aziende venete, partendo dalla maggiore diffusione e dal potenziamento proprio di strumenti come i Veneto Minibond».

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211