Menu

Banca Popolare di Vicenza, altri tre indagati. C’è Zuccato

Pubblicato il 26 luglio 2016 in Credito, Vicenza

Banca Popolare di Vicenza BpVi foto di Giulio Todescan per Veneto Economia, citare la fonte  

Ci sono tre nuovi indagati nell’inchiesta della Procura di Vicenza sulla gestione di Banca Popolare di Vicenza che ha portato al dissesto. Nel registro degli indagati compaiono ora anche due ex consiglieri di amministrazione, ovvero l’attuale presidente di Confindustria del Veneto Roberto Zuccato e l’ex presidente di Confartigianato Vicenza Franco Miranda (dimessosi nel maggio 2015), e un funzionario con l’incarico di stendere il bilancio, Massimo Pellegrini.

Zuccato è indagato per concorso in aggiotaggio ed ostacolo all’esercizio delle funzioni delle autorità pubbliche di vigilanza, come ha riferito egli stesso alla stampa. Il presidente degli industriali veneti si è detto «certo di poter dimostrare» la «completa estraneità» ai fatti. Le nuove iscrizioni nel registro degli indagati avvengono in seguito alla perquisizione della Guardia di Finanza che il 21 giugno ha acquisito documenti presso la sede centrale della Banca Popolare di Vicenza.

I tre si aggiungono ai cinque già iscritti nel registro degli indagati: l’ex presidente Gianni Zonin e l’ex direttore generale Samuele Sorato, i suoi vice Andrea Piazzetta ed Emanuele Giustini, e due ex esponenti del consiglio di amministrazione Giovanna Maria Dossena e Giuseppe Zigliotto, ex presidente di Confindustria Vicenza.

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211