Menu

Cavallino sfida Rimini: “Nel 2020 regina dell’Adriatico”

Pubblicato il 14 marzo 2016 in Turismo, Veneto, Venezia

Cavallino_treporti_turismo  

La sfida per il primato sull’Adriatico è lanciata. Il comune di Cavallino-Treporti, per bocca del suo sindaco Roberta Nesto, dopo aver conquistato il primato tra le località balneari del Veneto non si ferma e anzi rilancia, puntando a spodestare nei prossimi anni Rimini come prima meta turistica della riviera adriatica. «Supereremo i 6 milioni e 900mila presenze turistiche di Rimini – ha affermato Roberta Nesto su La Nuova Venezia del 12 marzo 2016 – grazie all’allungamento della stagionalità».

Turismo storico “contro” movida romagnola

Di qua lo spritz, di là la piadina. Da una parte l’attenzione all’eco-turismo, agli itinerari culturali e alle bellezze della laguna veneziana. Dall’altra gli happy hour, la “notte rosa” e le infinite spiagge della riviera romagnola. La battaglia – esclusivamente turistica – per il titolo di “regina dell’Adriatico” si accenderà nei prossimi mesi a colpi di ombrelloni, alberghi e case vacanze.

Ma non solo. Sempre di più emerge l’esigenza di offrire ai visitatori un’esperienza a 360 gradi, capace di abbracciare turismo culturale, enogastronomia e valorizzazione ambientale, come nel caso delle fortificazioni costruite nell’area di Cavallino durante il primo conflitto mondiale. «Sul fronte del turismo storico – spiega Roberta Nesto – legato alla Grande guerra contiamo di trovarci pronti per l’estate 2017 mettendo a punto le batterie Pisani ed Amalfi e inaugurando di fatto un sistema museale unico nel suo genere».

Cavallino supera Jesolo

L’ambizioso progetto di spodestare Rimini arriva dopo un 2015 particolarmente positivo per le località turistiche del Veneto e la candidatura di Cavallino-Treporti come “regina dell’Adriatico” arriva dopo la conquista della supremazia turistica regionale. Se per arrivi turistici Jesolo conquista il primato tra le località balneari venete, per quanto riguarda la presenze è il comune di Cavallino-Treporti ad aggiudicarsi il titolo. La località che a giugno ospita il palio Remerio ha registrato nel 2016 oltre 6 milioni di presenze, distaccando Jesolo ferma a 5 milioni 386mila. Medaglia di bronzo per San Michele in Tagliamento, ad appena 20mila presenze dalla seconda posizione.

Samuele Marchi

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova. Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie