Menu

Turismo: Venezia, Jesolo e Verona in testa, boom Peschiera

Pubblicato il 27 febbraio 2016 in Economie, Regione, Turismo, Veneto

Venezia, chiesa di San Giorgio Maggiore  

Solo una novità nella classifica 2015 del turismo veneto: tra i comuni con più afflusso di turisti si registra l’ingresso di Peschiera del Garda nella “top ten”. Per il resto la classifica (elaborata sui dati dell’Ufficio statistico regionale del Veneto) rimane sostanzialmente invariata rispetto a quella del 2014: Venezia al primo posto seguita da Jesolo e Verona.  A cambiare, e di molto, sono invece i numeri che, come raccontato nei giorni scorsi dall’assessore regionale al turismo Federico Caner, sono in forte crescita: il 2015 ha segnato 1 milione di turisti in più che hanno portato nella sola Venezia 3 miliardi di euro. 

La classifica dei primi dieci comuni per afflusso di turisti in Veneto
COMUNI Totale arrivi
Venezia 4.495.857
Jesolo 1.159.871
Verona 890.080
Cavallino 747778
San Michele al Tagliamento 708.412
Padova 682.063
Caorle 631.879
Lazise 572.039
Abano Terme 443.673
Peschiera del Garda 425.410

Peschiera del Garda, è boom: + 20%

Chiude la classifica veneta dei primi dieci posti degli arrivi turistici Peschiera del Garda, che spodesta dalla “top ten” il comune di Bardolino, decimo nel 2014. Il comune del Lago di Garda ha registrato nel corso dell’ultimo anno 425mila arrivi contro i 354mila ottenuti nel 2014. Un boom del 20% di visitatori che fa di Peschiera del Garda uno dei comuni più ricercati nella regione. L’afflusso di turisti non si limita infatti alla stagione estiva ed è molto più equilibrato rispetto altre località turistiche: nel corso dell’anno non si scende mai sotto i 3mila arrivi (febbraio), mentre il picco massimo si ha in agosto, con 78mila turisti che affollano le rive del Lago di Garda. Una crescita che gli amministratori locali si impegnano a proseguire, minacciata però da quanto sta accadendo oltralpe. La questione del cosiddetto “muro del Brennero al confine dell’Austria, renderebbe infatti molto difficoltoso nella prossima stagione estiva l’afflusso turistico dai territori germanofoni, vero punto di forza di questa località.

Venezia resta al top del turismo veneto

Punta della Salute, Venezia. "Punta della Salute, Venezia" di Required attribution text: by Someuser, available from somewhere.. Con licenza Attribution tramite Wikimedia Commons - https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Punta_della_Salute,_Venezia.JPG#/media/File:Punta_della_Salute,_Venezia.JPG

Il comune di Venezia è al primo posto, ma non è certo una sorpresa. La città lagunare ha registrato nel corso dell’ultimo anno 4.495.857 arrivi. Rispetto al 2014 sono 215mila i turisti in più che hanno scelto di trascorrere le proprie vacanze nel capoluogo veneto, un aumento pari al 5%. Il mese di luglio, che da solo conta quasi 540mila arrivi, è quello prediletto dai turisti per inoltrarsi lungo i canali veneziani, seguito, come era ben facile immaginare, dagli altri mesi estivi. Mese “flop”, si fa per dire, è gennaio, durante il quale gli albergatori di Venezia hanno ospitato solo 193mila persone.

Sul podio anche Jesolo e Verona

Jesolo01Secondo posto per Jesolo, che nel corso del 2015 supera il milione di arrivi toccando quota 1.159.871. Anche in questo caso i numeri per la località balneare sono positivi rispetto l’anno precedente, con quasi 83mila nuovi turisti. Medaglia di bronzo invece per Verona, città d’arte che riesce a tenere il passo di località balneari o montane. La città scaligera tocca quota a 890mila arrivi, registrando un aumento dell’8% rispetto al 2014. Nel mese di agosto, il più affollato, sono stati più di 100mila i turisti che hanno trascorso la loro giornata ad ammirare le bellezze artistiche della città di Romeo e Giulietta.

Località balneari chiudono la “top 5”

Il quarto comune che ha registrato più flussi turistici nel 2015 è quello di Cavallino-Treporti, in provincia di Venezia. La città che ospita il Palio Remiero arriva a quasi 750mila arrivi turistici, rimanendo sostanzialmente stabile rispetto all’anno precedente. Rimane nella “top 5” dei flussi turistici anche San Michele al Tagliamento, con più di 700mila visitatori. In agosto trovare un ombrellone libero in questa località balneare è quasi una chimera, visti i 218.952 turisti che hanno invaso la città alla ricerca di sole, spiagge e mare.

Padova sesta, Caorle settima

Col sesto posto si torna invece nell’entroterra. Sono stati 682mila i turisti che hanno scelto Padova come meta, ben 10% in più rispetto al 2014 quando erano stati 618mila. Maggio e luglio i mesi preferiti dai turisti per visitare gli affreschi di Giotto, la Basilica del Santo, l’Orto botanico. Settima posizione invece per Caorle, altro comune marittimo della laguna veneta che ha registrato 631mila arrivi.

Città termali all’ottavo e nono posto

Ottavo e nono posto per due città termali: Lazise, in provincia di Verona, e Abano Terme. La prima conta 572mila arrivi, la seconda 443mila, ed entrambe sono in linea con i positivi dati regionali, confermando un aumento sensibile di turisti. In totale, nel 2015, sono stati 1 milione in più i turisti che hanno scelto il Veneto per trascorrere le loro vacanze.

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova. Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie