SolidWorld, aumento del capitale sociale

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

SolidWorld Group S.p.A., azienda che opera nel settore della tecnologia di design e stampa 3D, produzione di bio-fabbricazioni 3D e pannelli solari avanzati, ha deciso di raccogliere più fondi attraverso un aumento di capitale. Questo significa che emetteranno nuove azioni da vendere ai loro attuali azionisti, in proporzione al numero di azioni che già possiedono. Il Consiglio di Amministrazione ha approvato questa decisione, basandosi su un’autorizzazione ricevuta dall’Assemblea dei Soci il 27 aprile 2023.

In dettaglio, l’aumento, incluso sovrapprezzo, sarà complessivamente di massimo 2.271.500 euro con un emissione di massimo 811.250 nuove azioni. Ogni azione costerà 2,8 euro, di cui 0,10 euro andranno ad aumentare il capitale sociale e 2,70 euro saranno un sovrapprezzo.

I nuovi titoli saranno negoziabili sul mercato Euronext Growth Milan e avranno le stesse caratteristiche delle azioni già in circolazione. Il prezzo di 2,8 euro per azione è scontato del 15% rispetto alla media dei prezzi degli ultimi tre mesi e del 14% rispetto al prezzo del 7 giugno 2024.

I diritti per acquistare queste nuove azioni saranno disponibili a partire dal 24 giugno 2024 e dovranno essere utilizzati entro l’11 luglio 2024. Questi diritti saranno negoziabili in borsa dal 24 giugno al 5 luglio 2024. I diritti non utilizzati saranno poi venduti sul mercato per almeno due giorni di borsa aperta. I dettagli su come acquistare le nuove azioni e altre informazioni saranno forniti il 19 giugno 2024.

I fondi raccolti verranno utilizzati per ampliare gli spazi produttivi di SolidFactory S.r.l. e per creare un laboratorio di analisi cellulare.

Roberto Rizzo, Presidente di SolidWorld Group: «Gli investimenti che effettueremo a fronte di questa operazione saranno strategici per fornire al Gruppo un assetto organizzativo idoneo a cogliere le opportunità che hanno iniziato a delinearsi nel 2023, ma che continueranno a rafforzarsi nel futuro, in particolar modo nei settori del solare e del biomedicale. Il decreto Industry 5.0 sarà un acceleratore importante, soprattutto per la controllata SolidFactory che, in ambito solare, nei primi 4 mesi del 2024 ha già registrato un backlog complessivo di Euro 6,3 milioni. Ci aspettiamo un’importante spinta da questo nuovo business delle energie rinnovabili: SolidFactory è ottimamente posizionata per cogliere le opportunità che si presenteranno sul mercato, anche alla luce della nuova regolamentazione Industry 5.0 che prevede, tra le altre cose, che i pannelli fotovoltaici vengano prodotti in UE e che abbiano un tasso di efficienza non inferiore al 23,5%. Le nostre linee produttive sono già tarate su questi livelli e c’è un interesse molto vivo che prevediamo si trasformerà in contratti già nel breve periodo».

 

 

 

Ti potrebbe interessare