Abano Terme, il Kursaal ancora in stallo. Walter Poli: «Il valore va rivisto al ribasso»

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

«Abbiamo appreso dalla stampa del significativo ribasso della quotazione dell’ex hotel Orologio: l’auspicio è che questo ulteriore passaggio sia il viatico per arrivare finalmente all’individuazione di un acquirente», è il commento di Walter Poli, Presidente Federalberghi Terme Abano Montegrotto. «Un elemento nuovo che deve indurre una riflessione anche per quanto riguarda il Kursaal, altro luogo simbolo del territorio per il quale si attende da troppo tempo una soluzione. La questione ci sta davvero a cuore e abbiamo sollecitato più volte a tutti i livelli la necessità di sbloccare lo stallo offrendo la nostra piena disponibilità alla collaborazione. Nonostante diverse interlocuzioni informali siamo ancora in attesa di una convocazione ufficiale da parte della Provincia, proprietaria della struttura nel cuore di Abano, dismessa da un decennio: dopo la riunione dello scorso luglio in cui era stato annunciato l’avvio di un tavolo non ci siamo più incontrati. La richiesta di una nuova perizia ci risulta sia stata accolta: ci attendiamo una cifra completamente diversa rispetto ai 2,6 milioni indicati dalla vecchia perizia, in considerazione dello stato di degrado in cui versa la struttura».

Poli ribadisce la necessità di inserire l’ex Orologio e il Kursaal «in un più ampio piano di rigenerazione urbana» che abbracci con una visione di insieme tutta l’area centrale di Abano e plaude «la recente scelta dell’amministrazione di introdurre il senso unico in viale delle Terme, che accoglie la nostra proposta di incentivare la mobilità pedonale nelle aree centrali, per fare di Abano una città sempre più europea, connotata anche per una mobilità slow in linea con l’offerta ricettiva all’insegna del benessere e della sostenibilità».

 

Federalberghi Terme Abano Montegrotto è l’organizzazione rappresentativa delle imprese termo-alberghiere del Bacino Termale Euganeo. Raggruppa, su base volontaria alberghi-stabilimenti termali di tutte le categorie e dimensioni e incide su una destinazione turistica che conta un totale di circa 6.000 addetti, 3 milioni di presenze turistiche annue e un fatturato complessivo di oltre 350 milioni di euro.

Ti potrebbe interessare