Vimm, per la Fondazione di ricerca biomedica il bilancio torna in utile

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Bilancio in positivo per il Vimm, Fondazione per la Ricerca Biomedica Avanzata. Al 31 agosto 2020 c’è un utile in corso di formazione di 90mila euro a fronte della perdita registrata l’anno precedente. Il positivo andamento della gestione è dovuto alla continua ottimizzazione dei costi e all’incremento dei contributi sui progetti di ricerca in corso al VIMM, che passano da 916,361 a 1.302,575 euro (+42,1%), con l’avvio di nuove progettualità e la crescita del numero di pubblicazioni sulle più prestigiose riviste scientifiche internazionali. 

LEGGI: GLI AIUTI PER LE FAMIGLIE, DAL CONTRIBUTO PER L’AFFITTO AI LAVORI GRATIS IN CASA

Molte famiglie soffrono le difficoltà dovute al contagio. Sul fronte sgravi, vi diamo due buone notizie:

LEGGI: IL FUTURO NELLE MANI DELLE NANOTECNOLOGIE

Crescita evidenziata anche per i proventi delle campagne di raccolta fondi, che passano da 120.209  a 392.408 euro (+226,4%), confermando il riconoscimento del valore della ricerca svolta al VIMM, l’attrattività dell’Istituzione e la fiducia di tanti sostenitori. Una risposta che è stata ancora più evidente per le campagne di fundraising legate all’emergenza Covid-19, con particolare riguardo ai finanziamenti erogati a favore delle ricerche portate avanti dal VIMM nei primi mesi dell’anno.

Da qui alla fine dell’anno la Fondazione ha messo in cantiere una serie di attività a sostegno dei progetti di ricerca in corso e dei laboratori del VIMM, con particolare attenzione alla ricerca sul Covid-19: a novembre verrà lanciata la campagna internazionale “più baffi meno tumori” per il sostegno alla ricerca sui tumori maschili, mentre il mese di dicembre vedrà una serie di iniziative legate al Natale e il lancio delle campagne di fundraising a supporto dell’attività futura.

Vimm, le parole di Francesco Pagano

«Il sostegno alla scienza e alla ricerca è la misura della volontà di un Paese di guardare al futuro e alla speranza, soprattutto in un momento difficile come questo – ha dichiarato Francesco Pagano, Presidente della Fondazione per la Ricerca Biomedica Avanzata – La crescita dei contributi e dei fondi erogati a favore della nostra Fondazione e della nostra attività di ricerca ci rende orgogliosi e fiduciosi della bontà del percorso che abbiamo intrapreso e ci proietta verso i prossimi mesi e anni con rinnovato entusiasmo”.

Ti potrebbe interessare