Incendio a Brendola, alte concentrazioni di benzene nell’aria

Pubblicato il 2 Luglio 2019 in Pmi e Imprese, Vicenza

 

++++ aggiornamento ore 9 martedì 2 luglio: secondo le ultime indicazioni fornite da Arpav, per quanto riguarda il territorio del Comune di Vicenza non è più in vigore il suggerimento prudenziale di chiudere le finestre e non sostare all’aperto ++++

Sono arrivati nella serata di ieri 1 luglio i primi risultati delle analisi effettuate dall’ARPAV sui campioni di aria prelevati nella zona in cui si è scatenato l’incendio alla Isello Vernici. Il rogo, secondo i tecnici regionali, ha rilasciato nell’aria alte concentrazioni di benzene, sostanza chimica organica componente dei derivati del petrolio.

Le squadre dell’agenzia regionale per la protezione ambientale sono intervenute a Brendola già nel pomeriggio di ieri, ma “la continua variazione di direzione del vento a pochi metri dal suolo ha reso difficoltosa ai tecnici l’individuazione di luoghi significativi per l’effettuazione dei primi campionamenti”.

Sono stati prelevati 2 campioni istantanei di aria con canister in due punti di massima ricaduta e in vicinanza di abitazioni, rispettivamente in via Einaudi (ore 14. 30 circa) e via Orna (ore 15.40 circa).
La nota dell’agenzia, emanata a seguito dei primi risultati delle analisi di laboratorio pervenuti verso le ore 20, “evidenziano che in entrambi i campioni di aria prelevati sono presenti sostanze organiche volatili riconducibili alla tipologia dell’evento. In particolare il Benzene risulta pari rispettivamente a 120 e 115 microgrammi/m3 (per il Benzene il riferimento normativo per l’aria in ambiente esterno è di 5 microgrammi/m3 riferito però ad una media annuale). Le concentrazioni di altre sostanze organiche volatili, pur apprezzabili, non risultano particolarmente significative”.

E’ stato inoltre eseguito un prelievo di microinquinanti organici (diossine, pcb, IPA) a Montecchio Maggiore in Piazza Collodi vicino agli impianti sportivi e ad un istituto scolastico superiore. I risultati, fa sapere l’agenzia, saranno disponibili entro la giornata di mercoledì.
Oltre ai campionamenti dell’aria, ARPAV ha proceduto a campionare le acque di spegnimento: su queste si deciderà se predisporre eventuali barriere di contenimento.

Il devastante rogo era scoppiato nella zona industriale di Brendola verso le ore 13 di ieri. Le dimensioni dell’incendio hanno visto coinvolti sul posto vigili del fuoco, protezione civile, ARPAV e ULSS. Il Comune di Brendola ha emanato in via precauzionale un’ordinanza di evacuazione degli edifici nel raggio di 500-600 metri, di tenere chiuse porte e finestre e di non consumare ortaggi prelevati in loco. La rilevanza dell’incendio ha poi indotto anche i Comuni limitrofi ad adottare misure precauzionali suggerendo di evitare attività all’aperto e di chiudere porte e finestre se si percepiscono odori di combustione. In serata a Vicenza è stato annullato il concerto di musica lirica “Viva Verdi”, previsto alle ore 21 in piazza dei Signori.



Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211