Menu

Latte, in Veneto 130 stalle chiuse in un anno ma la produzione aumenta

Pubblicato il 6 Marzo 2019 in Pmi e Imprese, Veneto

 

Nel 2018 sono state chiuse 130 stalle e il prezzo medio del latte è in costante calo. Ma la produzione aumenta. Secondo quanto riportato dai dati dell’Ufficio studi di Confagricoltura Veneto e Cgia, il numero di allevamenti con bovini da latte è diminuito, passando dai 3.636 del 2017 ai 3.506 del 2018.

I dati sottolineano un calo del 3,7% in Veneto, contro il 2,7% nazionale. Dati che si scontrano con la produzione di latte, che è aumentata di 4 mila tonnellate rispetto all’anno precedente. In Veneto le province più produttive sono Vicenza, con una produzione di 374 mila tonnellate, e Verona con 304 mila. Seguono Padova con 207 mila e Treviso con 164 mila. Fanalino di coda Belluno con 52 mila, Venezia 48 mila e Rovigo 24 mila.

I contratti scadranno in primavera

I piccoli allevatori stanno scomparendo, mentre quelli di dimensioni medio-grandi stanno ampliando le strutture, aumentando il numero di capi e migliorando l’efficenza. Dato che va d’accordo con i dati sulle imprese, che evidenziano un aumento degli investimenti, ma un calo nel numero delle imprese disposte ad investire.

Il prezzo del latte è progressivamente calato, scendendo dal prezzo medio di 40,65 centesimi al litro del 2014 ai 36,78 dell’anno scorso. «In questo momento il prezzo del latte non è malissimo», sottolinea Fabio Curto, presidente della sezione lattiero casearia di Confagricoltura Veneto, «ma il problema sono i contratti, che vengono stipulati sempre a breve termine. Molti di questi in primavera andranno ridiscussi e quindi non sappiamo se le industrie ci garantiranno ancora il prezzo attuale».

 



Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211