Menu

Rifiuti speciali dalla Campania: Gdf sequestra 900 tonnellate ad Asigliano

Pubblicato il 19 Marzo 2019 in Economie, Vicenza

 

La Guardia di finanza ha sequestrato un capannone ad Asigliano Veneto, in provincia di Vicenza, zeppo di rifiuti speciali stoccati in modo abusivo. Il sito, che è stato posto sotto sequestro, apparterrebbe a un istituto di credito di rilievo nazionale.

Le Fiamme gialle di Noventa Vicentina hanno trovato all’interno della struttura di 3 mila metri quadrati, situata nell’area industriale di Asigliano, 600 balle ammassate fino a saturare completamente lo spazio disponibile. Gli ammassi, rilegati con filo di ferro, sono formati da rifiuti plastici, tessili e rifiuti solidi urbani. Il loro peso complessivo è stato stimato in 900 tonnellate.

I rilievi, a cui ha partecipato anche l’Arpav di Vicenza, hanno portato a ricondurre l’origine dei rifiuti dalla Campania e in particolare dalle province di Napoli e Caserta. Dopo la recente operazione anti-camorra sul litorale veneziano, anche in questo caso secondo gli inquirenti il legame con l’organizzazione criminale è molto probabile.



Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211