Menu

Vicenza Calcio, è fallimento. Nominato il curatore Nerio De Bortoli

Pubblicato il 18 gennaio 2018 in Economie, Vicenza

Vicenza Calcio  

Al capolinea l’avventura del Vicenza Calcio, almeno nell’attuale assetto societario. La società calcistica che milita in Serie C è stata dichiarata fallita dal tribunale fallimentare di Vicenza che ne ha disposto l’esercizio provvisorio. È stato nominato come curatore fallimentare il commercialista Nerio De Bortoli che gestirà il club pro tempore per tutelare i creditori. Primi fra tutti i calciatori stessi, che non ricevono lo stipendio da mesi e che si sono detti disposti a proseguire la stagione, se saranno date garanzie per il pagamento delle buste paga arretrate.

La decisione del tribunale è arrivata nel primo pomeriggio del 18 gennaio 2018, al termine dell’udienza nella quale la procura vicentina ha chiesto il fallimento della storica società sportiva, fondata nel 1902, la più antica del Veneto in ambito calcistico, famosa come “nobile provinciale” del calcio italiano. La società viene da stagioni difficili e dominate da gestioni molto discusse dai tifosi, in cui si sono accumulati debiti su debiti e i risultati sul campo sono stati deludenti.

Dopo i dodici anni di proprietà Finalfa, dal 2004 al 2016, due anni fa la proprietà è stata rilevata dalla Vi.Fin., con l’ad Marco Franchetto. Ma il passaggio di mano non ha portato a nuovi investimenti e il debito non si è ridotto, al contrario ha continuato a crescere, ammontando ad almeno 13 milioni (ma girano diverse cifre e stime più alte). A fine 2017 la società è stata rilevata dall’imprenditore piemontese Fabio Sanfilippo, in un continuo susseguirsi di colpi di scena e promesse non mantenute.

La crisi è esplosa a inizio 2018 con lo sciopero dei giocatori che il 13 gennaio non hanno partecipato alla partita di Coppa Italia di Serie C contro il Padova, lamentando di non aver ancora ricevuto gli stipendi di settembre. Quel giorno i tifosi hanno impedito, bloccando i cancelli dello stadio Menti, che il pullman della società portasse a Padova la squadra della Primavera al posto della prima squadra.

Da oggi il curatore fallimentare Nerio De Bortoli potrà portare avanti la gestione della società con l’obiettivo di tutelare i creditori e di trovare nuovi investitori. Per concludere la stagione serviranno circa 3 milioni di euro, ha detto De Bortoli al termine dell’udienza.

Intanto i gruppi del tifo organizzato hanno promosso un incontro pubblico per venerdì 19 gennaio alle 21 al Teatro Astra. L’incontro, intitolato “Via i mercanti dal Menti” (il nome dello stadio della città, ndr), sarà «un tavolo di dibattito il cui unico scopo sarà quello di salvaguardare il nostro Lane – scrivono gli organizzatori – e a cui parteciperanno componenti del mondo politico, industriale, della società civile vicentina e della sua storia sportiva.

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211