Menu

Permasteelisa venduta ai cinesi. L’ad Mollo: «Resteremo autonomi»

Pubblicato il 22 agosto 2017 in Economie, Pmi e Imprese

permasteelisa  

La multinazionale trevigiana di costruzioni Parmasteelisa è stata ceduta dai giapponesi della Lixil al gruppo cinese Grandland per 467 milioni di euro. L’acquisizione del marchio – scrive l’azienda in una nota – consentirà a Parmasteelisa di unire le proprie complementarità con un’altra società leader di mercato di dimensioni globali. L’amministratore delegato di Parmasteelisa, Riccardo Mollo ha assicurato che la società italiana manterrà la sua autonomia a livello operativo.

Permasteelisa, un’azienda trevigiana

Con un giro d’affari di 1,4 miliardi di euro, il gruppo italiano fondato nel 1973 da Massimo Colomban, attuale assessore alle Partecipate del Comune di Roma, e con sede a Vittorio Veneto, è tra i leader mondiali nei rivestimenti architettonici in vetro e acciaio per edifici, ed è conosciuta per aver completato le coperture in vetro della Sydney Opera House, il grattacielo Shard a Londra e la nuova sede del centro direzionale della Apple a Cupertino. La cinese Grandland,  è tra le 500 società cinesi più influenti a livello di costruzioni architettoniche al mondo.

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211