Menu

Pedemontana, commissariato addio: via Vernizzi, arriva la Regione

Pubblicato il 29 dicembre 2016 in Infrastrutture, Regione, Treviso, Veneto, Vicenza

superstrada pedemontana veneta  

Svolta politica per la superstrada Pedemontana veneta: dopo sette anni arriva al capolinea la gestione commissariale di Silvano Vernizzi, al suo posto arriva la gestione ordinaria della Regione Veneto. Che come prima mossa ha affidato un nuovo studio del traffico, per verificare l’esattezza delle previsioni su cui anche l’impianto finanziario dell’opera si basa. A decidere il cambio di rotta il ministro delle infrastrutture Graziano Delrio che non ha prorogato la gestione straordinaria. L’ingegner Vernizzi rimane presidente della società regionale Veneto Strade.

Era stato un decreto firmato il 15 agosto 2009 dall’allora presidente del consiglio Silvio Berlusconi ad avviare la struttura commissariale per gestire il cantiere della grande opera, una superstrada a pedaggio che attraversa mezza regione. Un nastro d’asfalto e di polemiche, 94,5 chilometri tra Montecchio Maggiore (Vicenza) e Spresiano (Treviso), i cui cantieri sono partiti nel novembre 2011 e che oggi è realizzata al 30% ma a rischio blocco, con scavi in corso mezzo veneto, aziende e lavoratori che reclamano i pagamenti arretrati dallo spagnolo Consorzio Sis che si è aggiudicato. Intanto per 100 operai edili il Natale 2016 è stato passato all’insegna della disoccupazione, visto che la società spagnola non ha rinnovato loro i contratti a termine.

«Coerentemente con quanto enunciato nei mesi scorsi – si legge in una nota diramata dalla Regione –, il Ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, ha deciso di non prorogare la gestione commissariale straordinaria governativa per la Superstrada Pedemontana Veneta, la cui gestione ricade ora interamente nelle competenze della Regione Veneto. La Regione del Veneto si sta quindi organizzando per il passaggio di consegne che avverrà auspicabilmente in tempi brevi».

A Venezia è già stato costituito il gruppo di lavoro che affronterà i molti problemi sul campo. La task force comprende Marco Corsini, Avvocato dello Stato esperto in materia di contratti e appalti pubblici (Comitato scientifico RV), Velia Leone, Avvocato esperto in diritto comunitario e finanza di progetto, Bruno Barel, Pietro Calzavara e Diego Signor (Comitato scientifico RV) dello Studio legale Barel, e Veronica Vecchi, economista esperta in finanza di progetto, anch’essa membro del Comitato scientifico RV.

«Per prima cosa – prosegue la nota –, la Regione del Veneto ha affidato tramite gara un incarico a Redas Engineering di Bologna e Area Engineering per la determinazione di uno studio di traffico indipendente e aggiornato (i consulenti sono gli stessi consulenti del Passante di Mestre che hanno centrato le stime con i dati reali). Sono stati poi rivisti gli atti e i rapporti contrattuali».

 

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211