Menu

Sciopero raccolta rifiuti 15 giugno, disagi in Veneto

Pubblicato il 13 giugno 2016 in Economie

rifiuti  

Sciopero raccolta rifiuti 15 giugno 2016, la mobilitazione è indetta dai sindacati Fp-Cgil, Cisl Reti, Uiltrasporti e Fiadel e porterà a disagi diffusi in Veneto per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti solidi urbani, sia per quanto riguarda le aziende del settore pubblico che quello privato. Lo sciopero, motivato dall’interruzione delle trattative di rinnovo dei contratti di lavoro Fise e Federambiente, avrà ripercussioni in tutte le città del Veneto. Di seguito i dettagli relativi alle aziende che hanno comunicato ai cittadini come comportarsi nel giorno di sciopero.

A Venezia, Murano e Burano, informa il gruppo Veritas, mercoledì 15 giugno non sarà garantita la raccolta dei rifiuti – compresa la differenziata di carta, cartone e Tetra Pak – e potrebbero rimanere chiusi gli ecocentri e gli uffici aperti al pubblico. Per assicurare la raccolta di tutti i rifiuti e la pulizia della città dopo lo sciopero, giovedì 16 giugno non verrà effettuata la raccolta differenziata di vetro, plastica e lattine. Veritas invita la cittadinanza a non esporre i rifiuti nel giorno dello sciopero e a rinviare il conferimento della raccolta differenziata a venerdì 17 e sabato 18 giugno.

A Verona, Amia chiede ai cittadini dei comuni della provincia e dei quartieri del comune capoluogo serviti dal sistema “porta a porta” di esporre i rifiuti come da calendario e, in caso verificassero che il servizio non è stato svolto, di ritirare il proprio rifiuto e di conferirlo nella successiva data del calendario nella quale si raccoglie la stessa tipologia. Per chi invece è servito dal sistema “a cassonetto”, si chiede di evitare di conferire i rifiuti se il contenitore è pieno, e di portarlo al primo contenitore con spazio disponibile, o di evitare di conferire.

A Padova, AcegasApsAmga ricorda che saranno garantite le prestazioni minime, assicurate per legge, e che al termine dello sciopero i servizi torneranno alla normale operatività. I disagi dovrebbero coinvolgere anche i centri di raccolta e le isole ecologiche.

Nell’Alto Vicentino non sarà garantito il servizio di raccolta porta a porta dei rifiuti nei comuni di Carrè, Chiuppano, Malo, Marano Vicentino, Piovene Rocchette, Sarcedo e Zugliano. Lo rende noto Ava – Alto Vicentino Ambiente. In caso di mancata raccolta entro le ore 13.00 del 15 giugno, Ava invita gli utenti a ritirare i rifiuti e ad esporli nuovamente nelle successive giornate di raccolta “porta a porta” del secco o delle raccolte differenziate previste per il proprio Comune, secondo il normale calendario di raccolta.

A Rovigo, informa il gestore Ecoambiente, il servizio di raccolta dei rifiuti, il servizio di gestione dei Centri di raccolta comunali e l’Ecocamion attivi nei comuni della Provincia di Rovig, potrebbero non essere garantiti o subire delle interruzioni. Il contenitore di rifiuti porta a porta deve essere lasciato esposto e verrà ritirato nei giorni successivi.

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova. Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie