Menu

BpVi chiude le filiali, a rischio 80 posti di lavoro nella ditta di pulizie

Pubblicato il 13 giugno 2016 in Credito, Pmi e Imprese, Vicenza

Bottazzi e Vancini  

La crisi BpVi si riflette nell’indotto. La ditta Bottazzi e Vancini di Vicenza, che si occupa di pulizie industriali, rischia di licenziare 80 dipendenti a causa del mancato rinnovo dell’appalto per la pulizia delle filiali della Banca Popolare di Vicenza, che sono state in gran numero chiuse secondo il piano industriale che prevede la chiusura di 60 filiali BpVi nel 2016 che si sommano alle 70 già chiuse nel 2015. Lo ha reso noto oggi 13 giugno 2016 la Cgil di Vicenza durante il direttivo provinciale (allargato all’attivo) incentrato sulla raccolta firme per i referendum abrogativi promossi dal sindacato sul fronte dei voucher, degli appalti e dei licenziamenti.

La Cgil: rischio licenziamento per 80 legati ad appalto BpVi

«Siamo stati avvisati dai dipendenti della Bottazzi e Vancini questa mattina – dice Giampaolo Zanni, segretario generale della Cgil di Vicenza eletto in marzo –. Le persone a quanto ci è stato riferito sono state licenziate a causa della perdita dell’appalto per le pulizie delle filiali della Banca Popolare di Vicenza. Ci siamo subito attivati con la categoria di riferimento, la Filcams Cgil, mentre la Fisac, la categoria dei bancari, avrà un incontro in settimana con i vertici della Banca Popolare di Vicenza. Mi hanno riferito dalla FIlcams – prosegue Zanni – che l’appalto è scaduto e non vi è ancora il rinnovo: pertanto l’azienda starebbe per inviare preventivamente le lettere di licenziamento. Stiamo cercando di capire cosa stia succedendo, se si tratti di licenziamenti per cambio di appalto, cosa già grave, o se si possa trattare di cessazione dovuta ai cambiamenti che investono BpVi, cosa che sarebbe doppiamente grave».

«L’appalto della Banca Popolare di Vicenza per le pulizie è in scadenza il 30 giugno 2016 – spiega Susanna Viviani, segretaria della Filcams Cgil di Vicenza –. È un appalto nazionale, che riguarda sia uffici e filiali del Veneto che di altre regioni, come Toscana e Friuli Venezia Giulia. Ad oggi non si sa se dopo quella data l’appalto sarà rinnovato alla Bottazzi e Vancini o se andrà a un’altra azienda. Per il momento i dipendenti sono stati preavvisati del possibile licenziamento. È presto per dire come andrà a finire, ma d certo con la chiusura delle filiali il lavoro è probabile sarà minore».

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211