Menu

Startup e sport: a Trento il bando di Hype, verso Rio 2016

Pubblicato il 10 maggio 2016 in Innovazione, Opportunità

Hype Global Sport Innovation Competition Rio 2016  

C’è tempo fino al 15 maggio 2016 per iscrivere la propria startup alla prima edizione della Global Sport Innovation Competition, che il 2 agosto a Rio de Janeiro premierà la migliore tra le giovani imprese che propongono tecnologie e prodotti sul tema dello sport. Il concorso è ideato da Hype Foundation; a Trento il 31 maggio si terrà la finale europea, dove parteciperanno le 10 startup selezionate da una giuria tra le candidature inviate entro il 15 maggio. L’appuntamento è alle ore 18 nell’auditorium del Dipartimento di Lettere e Filosofia (via Tommaso Gar 14). La startup vincitrice fra le 10 finaliste volerà a Rio de Janeiro per le finali assolute del 2 agosto, in pieno svolgimento delle Olimpiadi 2016. Per il vincitore il premio ammonta a 100 mila euro.

Global Sport Innovation Competition, da Trento a Rio

I paesi rappresentati nell’appuntamento di Trento per l’Europa continentale sono Italia, Germania, Francia, Spagna, Portogallo, Austria, Svizzera e Paesi Bassi. Le idee invitate a partecipare riguardano sia lo sport in senso stretto sia i settori del turismo e del benessere, degli stili di vita e della salute in senso lato, con idee che vanno dalle app per atleti, allenatori e fan, alle tecnologie indossabili, fino allo sport food e alle infrastrutture per le trasmissioni televisive. In tutto sono oltre 70mila gli startupper che hanno partecipato al bando, provenienti da 46 Paesi di tutto il mondo. Sono 8 le finali regionali – fra cui appunto proprio Trento – a cui è prevista la partecipazione complessiva di circa 400 startup.

Lo sport terreno fertile per le startup

Il Trentino prosegue la riflessione sullo sport come settore “fertile” dal punto di vista dell’innovazione. Nel 2013 si è tenuta la conferenza internazionale “Sport as a driver for innovation” in occasione delle Universiadi Invernali Trentino 2013, mentre nel 2015 è stato realizzato uno studio sull’impatto economico dello sport nella provincia. Alla finale europea in Trentino saranno presenti i rappresentanti delle principali istituzioni del mondo dello sport – Coni, FISU (International University Sports Federation), EUSA (European University Sports Association), European Athlete as Student (EAS) e European Network of Academic Sports Services (ENAS) – dell’università, ricerca e innovazione, come la CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane), la Commissione Europea (dipartimenti Istruzione, cultura, giovani e sport e Ricerca, scienza e innovazione), la Presidenza del Consiglio dei Ministri Italiano (Ufficio Sport) e la Provincia autonoma di Trento. Per maggiori informazioni sulle candidature: http://events.unitn.it/en/hype16.

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211