Menu

Fablab a scuola, bando da 28 milioni: il modello (Fondazione) Nord Est convince Roma

Pubblicato il 17 marzo 2016 in Innovazione

fablab  

Ventotto milioni di euro per portare i fablab nelle scuole, stanziati da Stefania Giannini, ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, e una bella soddisfazione per la Fondazione Nord Est, la prima a cogliere ed insistere sulla necessità di portare l’innovazione nelle scuole costruendo fablab. Sono passati tre anni giusti da quando la Fondazione lanciava un progetto pilota per portare «un fablab in ogni scuola, per dare un impulso cruciale all’innovazione manifatturiera nel Nord Est e in Italia», ed ecco che arriva la “benedizione” a livello nazionale. Un modello già esportato nel Veneto e ora a Roma.

È stato pubblicato infatti pubblicato questa mattina, 17 marzo, sul sito del Ministero dell’Istruzione, l’Avviso da 28 milioni di euro per dotare le scuole del I ciclo di istruzione di nuovi spazi didattici in cui gli alunni possano apprendere le competenze tecnologiche di base e coniugarle con manualità, artigianato, creatività. L’iniziativa fa parte delle azioni del Piano Nazionale Scuola Digitale. «Come Governo stiamo puntando con forza sul capitolo dell’innovazione. La scuola si sta dimostrando, con il Piano scuola digitale, protagonista e promotrice del cambiamento – dichiara il Ministro Stefania Giannini  Con i 28 milioni stanziati finanzieremo 1.860 progetti, coprendo oltre un terzo delle scuole del I ciclo. Un successivo finanziamento arriverà dal Pon».

Fablab, contributo massimo 15mila euro a progetto

La procedura di selezione per gli atelier creativi si svolgerà completamente on line e le scuole, per la prima volta, saranno accompagnate nel processo di elaborazione delle loro proposte attraverso sedute in live streaming di supporto amministrativo e tecnico organizzate dal Miur. Ogni progetto vincitore potrà avere un contributo massimo pari a 15mila euro. Tutte le istituzioni scolastiche ed educative statali del I ciclo di istruzione, singolarmente o in rete, che dispongano di spazi idonei e disponibili, sono invitate a presentare le loro idee per costruire atelier creativi per i propri alunni, luoghi incentrati su arredi mobili e modulari, sul gioco educativo e sul protagonismo degli studenti attraverso apprendimento pratico ed esperienziale.

I progetti potranno essere per atelier standard, funzionali al conseguimento delle competenze di base, oppure specializzati, finalizzati al conseguimento di competenze per una specifica area disciplinare (Tecnologica, Scientifica o Umanistica). Le proposte dovranno essere inoltrate, entro e non oltre le ore 13 del 27 aprile 2016, compilando l’apposita istanza online disponibile a questo link:
https://miurjb4.pubblica.istruzione.it/protocolloIntesa. Per maggiori info ecco il link all’Avviso: http://www.istruzione.it/scuola_digitale/index.html.

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211