Menu

Produttività e salari detassati: accordo imprese-sindacati

Pubblicato il 26 giugno 2013 in Padova, Veneto

Banconota  

Dare più valore al lavoro e ai lavoratori. È questo l’obiettivo dell’accordo territoriale quadro per la produttività siglato da Confindustria Padova, Cgil, Cisl, Uil provinciali. L’intesa permetterà alle aziende aderenti a Confindustria Padova di detassare lo stipendio dei dipendenti, beneficiando dell’aliquota sostitutiva del 10% (in luogo di quelle ordinarie del 23, 27 e 38%) per il salario riconducibile ad aumenti di produttività. Tali aumenti devono essere conseguenti a modifiche di organizzazione dell’azienda successive all’accordo e funzionali alle richieste del mercato, riguardanti anche flessibilità di orario, straordinario, lavoro in turni, notturno, festivo e domenicale.

Reddito più alto per i lavoratori, maggiore competitività delle imprese

La duplice finalità dell’accordo è incrementare il reddito dei lavoratori e favorire la competitività aziendale. La platea potenzialmente interessata comprende la maggior parte delle oltre 1.600 aziende associate a Confindustria Padova e 64mila addetti, incluse le imprese che non hanno rappresentanza sindacale interna. L’accordo è stato firmato da Confindustria Padova, Cgil Padova, Cisl Padova e Rovigo, Uil Padova. Il documento, che recepisce le linee guida sottoscritte a livello nazionale da Confindustria e dai sindacati confederali, consente che per il periodo d’imposta 2013 le imprese aderenti all’associazione applichino le agevolazioni fiscali sulle voci retributive erogate in base ai contratti di II livello, territoriali e aziendali, riconducibili a indicatori di produttività, redditività, qualità, efficienza e innovazione.

Sconto fiscale fino a 2.500 euro

Lo sconto fiscale va applicato entro il limite massimo di 2.500 euro lordi, per un tetto di reddito individuale da lavoro dipendente che non superi i 40mila euro l’anno, ed è valido anche per i lavoratori occupati in sedi o stabilimenti fuori provincia. L’accordo, inoltre, è sussidiario e cedevole rispetto a eventuali intese aziendali o pluriaziendali.

Pavin: puntare tutti insieme al recupero di produttività

«Con l’accordo di oggi facilitiamo le imprese associate nell’applicazione della detassazione del salario di produttività – dichiara Massimo Pavin, presidente di Confindustria Padova -. Un’esigenza reale in un momento di crisi e ripensamento dell’organizzazione aziendale, in cui dobbiamo puntare insieme sul recupero di produttività, per dare più soldi in tasca ai lavoratori e più competitività alle aziende. È un risultato importante, anche nell’ottica di una sempre maggiore unità di intenti tra lavoratori e imprese. Ma per il futuro la riduzione del cuneo fiscale deve diventare certa e strutturale».

Sindacati: un percorso comune nell’interesse dei lavoratori e delle imprese

«La ratifica dell’accordo anche nella provincia di Padova è importante – dichiarano congiuntamente Christian Ferrari segretario Cgil Padova, Sabrina Dorio vice commissario Cisl Padova Rovigo, Nello Cum segretario Uil Padova – perché condivide e recepisce l’accordo nazionale nato sotto il segno dell’innovazione. Rappresenta infatti un’evoluzione dell’intesa del 2011, con l’obiettivo di portare più salario netto ai lavoratori e favorire anche nelle piccole imprese prive di rappresentanza sindacale, la pratica della contrattazione e la possibilità di introdurre elementi di innovazione organizzativa attraverso un uso più mirato del sistema degli orari. Promuovendo un percorso comune agli interessi dei lavoratori e delle imprese nel segno di una maggiore competitività del nostro territorio».

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211