StrAIght to business unisce università e imprese per accelerare l'adozione dell'intelligenza artificiale

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

I dati Eurostat mostrano come l’Italia sia in ritardo nell’adozione di strumenti di intelligenza artificiale. Nel 2023, in Italia solo il 4,4% delle aziende con 10-49 dipendenti ha implementato almeno uno strumento di intelligenza artificiale (il 6,4% in UE). La percentuale si attesta al 7,3% per le aziende da 50 a 250 dipendenti (13% in UE) e al 24,1% per quelle con oltre 250 dipendenti (30,4% in UE).  Tuttavia, uno studio condotto da The European House – Ambrosetti indica che l’introduzione dell’intelligenza artificiale generativa potrebbe incrementare la produttività del Paese fino al 18%. Per realizzare questo potenziale, è necessario accelerare il processo di digitalizzazione delle PMI italiane e investire nella formazione delle competenze necessarie. Infatti, all’Italia mancherebbero 3,7 milioni di occupati con competenze digitali di base e 137mila iscritti in più a corsi di laurea ICT per abilitare l’implementazione di soluzioni di IA generativa nel tessuto economico italiano.

Per affrontare questa sfida StrAIght to Business propone un nuovo evento che si terrà il 17 e 18 maggio, all’Università di Ca’ Foscari Venezia, con lo scopo di sviluppare soluzioni innovative di intelligenza artificiale generativa. Nello specifico, dopo un percorso di approfondimento, 30 studenti universitari e 10 aziende italiane, insieme a ricercatori, sviluppatori e esperti del settore, si concentreranno su cinque casi d’uso concreti di adozione dell’intelligenza artificiale generativa nelle imprese italiane: attraverso modelli inediti di collaborazione progetteranno e svilupperanno applicativi in grado di supportare il lavoro umano ottimizzando i processi e accelerando la competitività di piccole e grandi imprese.

Il format è promosso da Upskill 4.0, spin-off universitario presieduto dall’economista Stefano Micelli, e da Ennova Research, azienda innovativa guidata da Raffaele Andreace, con il sostegno di Google Cloud, che si occupa a livello mondiale della fornitura di IA tradizionale e generativa, e UniCredit.

A questo link è possibile iscriversi e visionare il programma completo.

Ti potrebbe interessare