Finanza, morto Ennio Doris, il fondatore di Banca Mediolanum

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Addio ad Ennio Doris: il fondatore di Banca Mediolanum aveva 81 anni ed è morto nella notte fra il 23 e il 24 novembre. A Sono stati la moglie Lina Tombolato e i figli Sara e Massimo a comunicare la notizia della scomparsa. «In questi giorni di lutto – dicono – desiderano mantenere uno stretto riserbo che chiediamo a tutti di voler rispettare».

«Ennio Doris ci ha lasciati in questa vita terrena. È scomparso un visionario, un innovatore, uno straordinario imprenditore, un altruista, un inguaribile ottimista. “C’è anche domani” era il suo motto. E per tutti noi di Banca Mediolanum Ennio Doris c’è ancora e ci sarà. Anche domani», così lo ricorda Banca Mediolanum sui social network ufficiali.
«Tutti i Family Banker, i dipendenti e i collaboratori di Banca Mediolanum – si legge in una nota – si stringono uniti e partecipi attorno alla famiglia Doris e, con enorme commozione, rendono omaggio a Ennio Doris, grande uomo e straordinario imprenditore», così una nota dei collaboratori del gruppo.
Sulla morte di Ennio Doris è intervenuto anche l’ex premier Silvio Berlusconi. «Ci ha lasciato Ennio Doris. Un grande uomo, un grande imprenditore, un grande patriota, un grande italiano. Un uomo generoso, altruista, sempre attento agli altri, sempre vicino a chi aveva bisogno. Ci mancherà molto, mi mancherà moltissimo. A Massimo, a Sara, a Lina la mia vicinanza e tutto il mio affetto».
(foto di SilvestroGenovesi Wikipedia)

Ti potrebbe interessare