Pmi Venete, ecco il bando per l'acquisto di servizi per l'innovazione

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Contributi, finanziamenti, aiuti per le imprese, «a tutti i livelli». In altre parole, opportunità per il tessuto produttivo del Veneto, occasioni ancora troppo spesso non conosciute, e quindi sfruttate. Opportunità che ora, nel pieno della pandemia da Coronavirus, diventano ancora più decisive. A darci una mano nell’orientarci è Francesco Pulejo, consulente aziendale specializzato nel reperire contributi a fondo perduto per le aziende e le istituzioni del territorio. Sarà lui a segnalare ai lettori di Veneto Economia, periodicamente, bandi e occasioni da cogliere. 

L’emergenza Covid -19 sta bruscamente cambiando le abitudini di cittadini, istituzioni e imprese. È difficile, se non impossibile, prevedere cosa riserverà il futuro alle aziende venete, specialmente alle piccole e medie che rappresentano il motore economico della regione. Tutte le analisi e le previsioni insistono però con forza sulle necessità di realizzare cambiamenti che vadano nella direzione di accogliere le nuove esigenze della società, le nuove abitudini e i nuovi stili di vita che inevitabilmente si faranno spazio nei prossimi mesi.

Dal punto di vista dei contributi e degli aiuti alle imprese, il cambiamento è da sempre al centro delle priorità delle strategie europee, nazionali e regionali. I programmi di finanziamento si pongono in generale l’obiettivo di stimolare il cambiamento inteso come innovazione, cioè come la capacità di progettare e sperimentare soluzioni innovative, anche grazie a processi di integrazione tra soggetti diversi, quali imprese, università, centri di ricerca e di trasferimento tecnologico.

In questa fase di ripartenza e di riorganizzazione per molti, uno strumento attualmente disponibile del Piano Operativo Regionale Veneto può essere di grande aiuto. Si tratta del “Bando per il sostegno all’acquisto di servizi per l’innovazione da parte delle PMI” https://bandi.regione.veneto.it/Public/Dettaglio?idAtto=4298&fromPage=Ricerca&high=innovazione

Il bando intende finanziare servizi specialistici a supporto di processi di innovazione tecnologica, strategica o organizzativa. Il bando quindi considera l’innovazione in senso ampio, venendo incontro alle diverse esigenze delle aziende. Il primo ambito riguarda l’innovazione tecnologica, che si traduce in contributi per la fase di generazione di nuove idee di prodotto o servizio, per la progettazione, prototipazione o sperimentazione, e per l’assistenza all’ottenimento di brevetti, marchi e licenze.

Il secondo è quello dell’innovazione strategica, intesa come il miglioramento della competitività dell’impresa attraverso una migliore offerta di servizi e ad un modello di business rinnovato e maggiormente adatto alle risorse e alle competenze disponibili. Il bando permette di finanziare i servizi di analisi, ridefinizione e riprogettazione necessari per compiere questo rinnovamento.  Per questi 2 ambiti, la spesa massima ammissibile è di 40.000 € e il contributo regionale è del 40%. Ciò significa che, a fronte di una spesa di 40.000 €, la Regione Veneto rimborsa all’azienda 16.000 €.

Il terzo ambito riguarda l’innovazione organizzativa, che si realizza con l’adozione di nuove procedure gestionali o con il cambiamento delle strutture organizzative. In questo caso, il bando contribuisce a finanziare l’innovazione dei processi interni, che possono comprendere anche l’implementazione dei sistemi di gestione con l’obiettivo di ottenere le certificazioni ambientali, di responsabilità sociale, di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro (secondo le norme ISO, SA8000, OHSAS 18001, ecc.). Vi è inoltre la possibilità di affidare il processo di riorganizzazione interna a un Temporary Manager qualificato. Per questa terza tipologia di innovazione, il bando prevede una spesa massima di 50.000 € da parte dell’impresa, con un contributo regionale del 30%.

Il bando avrà una prossima scadenza per il 25 giugno 2020, quando, ci si augura tutti, l’emergenza Covid -19 sarà in una fase successiva e permetterà di vedere il futuro con una prospettiva migliore dell’attuale. In ogni caso, l’innovazione sarà sempre di più un imperativo per le piccole e medie imprese, e questo bando può essere un’importante occasione di impulso verso processi innovativi efficaci e duraturi.

 

 

Francesco Pulejo

Francesco Pulejo è un consulente aziendale specializzato nel reperire opportunità di contributi a fondo perduto per le aziende e le istituzioni del territorio, da finanziatori regionali, nazionali ed europei. Pulejo è socio fondatore di 4F srl, una società con sede a Padova che si occupa di supportare le imprese nell’accedere a tutti gli strumenti disponibili per sostenere la propria attività: bandi, agevolazioni fiscali, crediti agevolati e altre sovvenzioni. 4F srl si basa sull’esperienza ventennale dei propri soci, e su un proficuo lavoro in rete con soggetti pubblici e privati per ottenere i migliori risultati per i propri clienti.

Contatti: francesco.pulejo@4effe.it
Cell: +39 3486058096

Ti potrebbe interessare