Decreto «Cura Italia», ecco il testo integrale pubblicato in Gazzetta Ufficiale

Pubblicato il 19 Marzo 2020 in Pmi e Imprese, Professionisti

 

È stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, cioè il cosiddetto decreto «Cura Italia». Il provvedimento contiene provvedimenti per 25 miliardi di euro ed è di fatto – vista la portata economica complessiva – paragonabile ad una mini-legge di stabilità.

Tra le numerose iniziative previste nel decreto, controfirmato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella ed ora in attesa della conversione in legge da parte delle due Camere, una serie di provvedimenti sul fronte del lavoro, con nuove disposizioni per la cassa integrazione in deroga e l’estensione dei permessi retribuiri, ma anche un indennizzo di 600 euro per partite Iva, co.co.co, lavoratori del settore agricolo, del turismo e dello spettacolo per marzo si prevede un indennizzo di 600 euro. Sospensione dei versamenti contributivi per per i lavoratori domestici in scadenza fino al 31 maggio. Viene anche istituto il Fondo per il reddito di ultima istanza per il sostegno al reddito di lavoratori dipendenti e autonomi.

Sul fronte della sanità, il «Cura Italia» istituisce un fondo per la copertura dei costi di fornitura di mascherine e altri dispositivi medici e prevede nuove procedure per l’assunzione di medici e infermieri, oltre all’arruolamento di medici e infermieri militari. Si conferisce inoltre alla Protezione civile il potere di requisire per l’emergenza sanitaria strutture ospedaliere o alberghiere.

Si rinviano i versamenti alla pubblica amministrazione, i contributi e i premi assicurativi che scadono il 16 marzo: slitta tutto al 20 marzo. C’è poi il rinvio dei pagamenti delle ritenute e dei contributi previdenziali, assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria: in questo caso la nuova data sarà quella del 31 maggio, con la possibilità di pagare con un’unica soluzione o in cinque rate mensili a partire proprio da maggio. Vengono sospesi anche i versamenti degli adempimenti fiscali in scadenza tra l’8 marzo e il 31 maggio. Rinviati inoltre i versamenti riguardanti le cartelle affidate all’agente di riscossione.

Il testo integrale del decreto «Cura Italia» è disponibile sul sito della Gazzetta ufficiale; mentre si può scaricare il pdf con il testo del decreto a questo link.



Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211