Coronavirus, il nuovo modello per l’autocertificazione

Pubblicato il 26 Marzo 2020 in Economie

 

Cambia ancora il modello per l’autocertificazione da esibire in caso di spostamenti durante l’emergenza Coronavirus. Il capo della polizia Gabrielli ha diffuso un nuovo fac simile di certificazione, modificato sulla base delle novità introdotte con il decreto-legge 25 marzo, il cosiddetto decreto “Lockdown Italia”. L’autodichiarazione riporta, oltre ai dati identificativi del dichiarante, le specifiche del percorso effettuato e delle sue motivazioni. Cambia il riferimento alle sanzioni, non più penali ma ora multe amministrative, previste per chi viola le norme. La dichiarazione può essere stampata e compilata, oppure ricopiata a mano.

Un fac simile del nuovo modello di autodichiarazione Coronavirus

Autodichiarazione Coronavirus: quali dati vanno inseriti

Nel dettaglio, l’autocertificazione contiene i dati anagrafici, la residenza, il domicilio e l’utenza telefonica del dichiarante, la conferma di non essere sottoposto a quarantena né di essere positivo al Covid-19, il percorso (origine e destinazione) del proprio spostamento, la conoscenza delle misure di contenimento del contagio emesse sia a livello nazionale sia a livello regionale e delle relative  sanzioni. Va specificata, infine, la ragione dello spostamento, che può essere determinato da:

  • comprovate esigenze lavorative
  • assoluta urgenza
  • situazione di necessità
  • motivi di salute

É possibile, inoltre, aggiungere delle note esplicative. A questo link è possibile scaricare il modello di autodichiarazione in formato pdf.



Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211