Troppo smog, a Vicenza obbligo di porte chiuse per i negozi

Pubblicato il 13 Gennaio 2020 in Commercio, Vicenza

immatricolazioni auto  

Il livello di smog è troppo alto, e così a Vicenza scatta l’obbligo per i negozi e gli edifici aperti al pubblico di tenere chiuse le porte. L’ordinanza, firmata dal sindaco Francesco Rucco oggi, entra in vigore domani martedì 14 gennaio 2020, fino alla comunicazione da parte di Arpav di rientro al livello di allerta zero (verde) sul livello di inquinamento dell’aria. La violazione comporta una sanzione che va da 25 a 500 euro.

«La situazione per quanto riguarda la qualità dell’aria è molto pesante: serve, pertanto, intervenire su tutti i fronti – afferma Rucco –. Dispiace che serva procedere con misure pesanti come l’ordinanza che ho firmato questa mattina sull’obbligo di porte chiuse per i negozi, quando tutti dovrebbero avere la sensibilità di dare il loro contributo adottando comportamenti ambientalmente corretti. Abbiamo provveduto a informare le categorie economiche per cui aspetteremo qualche giorno perchè i contenuti del provvedimento siano noti e poi inizieremo a effettuare controlli e ad elevare eventuali sanzioni».

Sono escluse dal rispetto dell’ordinanza le attività commerciali prive di impianti di riscaldamento che utilizzano unicamente lame o barriere d’aria in corrispondenza dell’accesso ai locali interni. Nel provvedimento si ricorda anche la necessità di limitare le temperature massime interne agli edifici nelle 14 ore al giorno di accensione degli impianti termici.



Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211