Olimpiadi 2026, verso una legge ad hoc: «Presto in consiglio dei ministri»

Pubblicato il 16 Gennaio 2020 in Belluno, Infrastrutture

cortina neve sci  

Si avvicina la cosiddetta «legge olimpica», che dovrà sostenere la realizzazione delle Olimpiadi invernali 2026 che si svolgeranno tra Milano e Cortina d’Ampezzo. Ieri 15 gennaio a Roma il ministro per lo sport Vincenzo Spadafora ha illustrato la prima bozza agli locali coinvolti: «L’obiettivo è sottoporla al Consiglio dei Ministri il prima possibile – dice il ministro -. Il nostro Paese, infatti, in queste Olimpiadi 2026, avrà un ruolo da assoluto protagonista».

Soddisfatto il presidente della Regione Veneto Luca Zaia: «Ancora un passo avanti – commenta -. Ancora una bella notizia. Le Olimpiadi invernali del 2026 stanno seguendo il cammino prestabilito. Le Olimpiadi sono il successo di una squadra, e la squadra sta marciando compatta».

Per Zaia «l’interlocuzione con il ministro Spadafora è in una fase positiva. Ci eravamo sentiti anche ieri sera. Se la legge olimpica vedrà la luce così come è stata impostata, anche in virtù del fatto che è l’esito di un lavoro preparatorio di mesi, significa che le Olimpiadi 2026 sono definitivamente varate e si comincia il cammino organizzativo sul terreno».



Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211