Autostrade, scattano gli aumenti sui tratti Cav: 20 centesimi in più da Padova a Mestre

Pubblicato il 2 Gennaio 2020 in Infrastrutture, Padova, Venezia

 

Nuovi adeguamenti tariffari al via dal 1° gennaio 2020 su alcuni tratti autostradali del Veneto, in particolare quelli gestiti da Cav (Concessioni Autostradali Venete). Si tratta di aumenti (dell’ordine dell’1,2%), in alcuni casi, in altri di riduzioni.
Tradotto in cifre, l’adeguamento porterà all’aumento dei pedaggi per il traffico leggero su alcuni tratti in gestione fino ad un massimo di 20 centesimi, ma anche, in altri, alla diminuzione nell’ordine di 10 centesimi.

Alcuni esempi. Per i conducenti di veicoli in Classe A (automobili) il pedaggio applicato tra la barriera di Venezia-Mestre e Padova Est passa da 2,80 a 3,00 euro, mentre percorrendo il Passante di Mestre ci sarà una diminuzione del pedaggio da Spinea a Padova Est da 1,70 a 1,60 euro. Per i veicoli in Classe 5 (mezzi pesanti) invece, gli aumenti potranno arrivare fino a 60 centesimi sulla Venezia-Padova, ma anche in questo caso è prevista una riduzione del pedaggio tra il casello di Spinea e la stazione di Padova Est.
Concessioni Autostradali Venete, rispetto alla maggior parte delle concessionarie autostradali italiane, è una società interamente pubblica: circostanza questa che, ricorda la società, «prevede una precisa e vincolante destinazione degli introiti». Gli adeguamenti tariffari sono quindi stati autorizzati «a valle del pieno rispetto degli investimenti e degli obblighi di manutenzione della rete avvenuti nel corso del 2019».

Niente aumenti delle tariffe, invece, sulla rete autostradale di Autovie Venete. Il Ministero, infatti, non ha concesso nessun aumento dei pedaggi, nemmeno lo 0,8% a copertura dell’inflazione programmata. Per quanto riguarda Autovie Venete, l’ultimo aumento risale al 2018 (+ 0,86%).
Nessun aumento nel 2020 neppure per i clienti di Autostrada del Brennero SpA. Dal primo gennaio del nuovo anno, infatti, non sono stati previsti incrementi delle tariffe autostradali rispetto alle attuali. Per quanto riguarda A22 negli ultimi sei anni il pedaggio è stato incrementato una sola volta, nel 2018, dell’1,67%. Le tariffe autostradali della A22 sono rimaste invariate nel 2015, 2016, 2017, 2019 e, ora, nel 2020, che vedrà ancora una volta la conferma di quelle attualmente in vigore.





Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211