A Santa Marta studentato da 650 posti: il più grande di tutta Venezia

Pubblicato il 9 Dicembre 2019 in Opportunità, Venezia

 

Seicentocinquanta posti letto per studenti, 412 camere ammobiliate, 30 milioni di euro di investimento. Sono i numeri dello studentato inaugurato a Santa Marta a Venezia, il più grande della città. Il taglio del nastro è avvenuto il 9 dicembre alla presenza del sindaco Luigi Brugnaro, del presidente INPS Pasquale Tridico e degli esponenti della Cassa depositi e prestiti.

Lo ha realizzato, vincendo un bando promosso dall’università Ca’ Foscari, il Fondo Erasmo, fondo immobiliare dedicato al settore dell’housing temporaneo per studenti, gestito da Fabrica Immobiliare SGR e sottoscritto al 60% dal Fondo FIA (Fondo Investimenti per l’Abitare gestito da CDP Investimenti SGR del Gruppo Cassa depositi e prestiti) ed al 40% dal Fondo Aristotele (interamente sottoscritto da INPS). L’intervento si avvale inoltre di un contributo del MIUR di circa 4 milioni di euro ex lege 338/2000. I lavori di realizzazione, su progetto del Consorzio di Progettazione, sono stati affidati da Fabrica SGR a CMB nel 2017 e sono durati circa due anni.

Con i suoi 650 posti letto, la struttura raddoppia l’offerta di alloggi per studenti universitari nella città. La gestione della residenza è invece affidata a Camplus, primo provider di housing per studenti universitari in Italia, che oggi gestisce circa 9 mila posti letto in tutto il Paese ed è presente in 12 città italiane e in Spagna.

Ca’ Foscari ha indetto un bando di gara per l’affidamento in diritto di superficie 75ennale di un’area di sua proprietà parzialmente utilizzata per ospitare le attività dei dipartimenti scientifici, con l’obiettivo di realizzare una residenza e massimizzare la vocazione studentesca dell’area. Nel corso del cantiere sono stati recuperati alcuni edifici risalenti all’inizio del Novecento che avevano la funzione di magazzini a supporto delle attività dell’adiacente Cotonificio.

Sono tre gli edifici che compongono lo studentato: il “Parallelepipedo”, con 59 stanze doppie e 18 singole (per un totale di 136 posti), il “Cubo”, con 67 doppie e 152 singole (286 posti letto) e l’“Edificio Sud” da 112 doppie e 4 singole (228 posti letto). Agli alloggi si aggiungono spazi comuni adibiti alla didattica e al tempo libero e una superficie verde pubblica di 1800 metri quadri, attorno alla quale ruota l’intero assetto costruttivo. Questa, grazie ad un accordo stipulato con il Comune di Venezia, mette in comunicazione il campus con l’area residenziale che lo circonda, con un nuovo passaggio diretto tra la Marittima di San Basilio e Santa Marta, attraverso un sistema di cancelli mobili, che verranno chiusi durante notte, per garantire privacy e sicurezza.

Il complesso, presidiato da reception 24 ore su 24, ospita 412 camere ammobiliate, dotate di angolo cottura e servizi indipendenti, zona notte ed angolo studio e servite da wi-fi gratuito. Circa un terzo delle superfici è occupato da spazi comuni, con servizi a supporto della didattica o pensati per il tempo libero come aule studio e sale riunioni, lavanderia, sale giochi e Tv, bar e palestra ad uso degli ospiti della struttura con attrezzature di ultima generazione e servizio di personal training.

Camplus Venezia Santa Marta nasce con l’intento di favorire l’offerta di alloggi a canone calmierato agli studenti del capoluogo veneto: la residenza riserva 82 posti letto agli assegnatari del bando Esu ed altri 250 a tariffe agevolate stabilite dal Contratto Abitativo Concertato del Comune di Venezia.



Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211