Stazione di Padova, nuovo ponte Borgomagno e link diretto all’Interporto

Pubblicato il 10 Dicembre 2019 in Infrastrutture, Padova

stazione di Padova  

Siglato un protocollo d’intesa per valorizzare la stazione ferroviaria di Padova, da un lato con la prospettiva dello sviluppo dell’alta velocità Milano-Venezia, con il futuro passaggio dei treni veloci anche nella tratta mancante Verona-Vicenza-Padova, dall’altro con un collegamento più efficiente con l’Interporto di Padova per il traffico merci.

Oggi 10 dicembre è arrivata la firma del presidente della Regione Veneto Luca Zaia. Oltre alla Regione sono coinvolti il Comune di Padova, Rete Ferroviaria Italiana Spa e FS Sistemi Urbani Srl. Entro dieci giorni, le parti comunicheranno i loro referenti tecnici. Un gruppo di lavoro si riunirà almeno una volta al mese per condividere l’avanzamento delle attività; definirà con elaborati di pre-fattibilità l’assetto di Piano Regolatore del Nodo, presentando i risultati condivisi entro il 31 gennaio 2020.

«È una svolta – dice Zaia – che consentirà di progredire sulla realizzazione dell’Alta Velocità sulla direttrice Milano-Venezia sbloccando un nodo molto significativo e dando soluzione anche alle difficoltà del trasporto merci tra la stazione di Padova e l’Interporto. Il nodo ferroviario di Padova è interessato da un gran flusso di traffico merci, e il numero di passeggeri che utilizzano la stazione di Padova, la rende di importanza nazionale».

Nell’ambito del Protocollo vengono approfondite cinque tematiche. La prima è la nuova linea ad Alta Velocità-Alta Capacità Milano-Venezia, tratto Vicenza-Padova: penetrazione della nuova struttura dell’Alta Velocità nell’attuale stazione di Padova, con la realizzazione del nuovo ponte Borgomagno, che permetta il traffico veicolare nelle due direzioni, e quello tramviario.

La seconda è il progetto di ammodernamento e potenziamento infrastrutturale della Stazione di Padova anche nell’ottica dell’attraversamento dell’Alta Velocità. La terza consiste negli interventi infrastrutturali per ridurre il conflitto tra il flusso merci e quello passeggeri, in particolare per il traffico da e per la stazione di Padova Interporto con interventi di potenziamento dei binari esistenti e percorsi che colleghino Interporto alle principali linee senza entrare in stazione a Padova.

La quarta tematica oggetto del protocollo è la valorizzazione e riqualificazione delle aree adiacenti l’attuale stazione, includendo anche una rivisitazione generale dell’impianto, con lo scopo di creare una ricucitura del tessuto urbano che tenga conto delle nuove esigenze sociali che valorizzano sempre di più i percorsi ciclabili e pedonali. Si punterà, di fatto, a creare un nuovo polo di attrazione urbana, con particolare riferimento tra la parte nord e sud della città. Infine la quinta tematica affrontata è la creazione di sistemi di integrazione modale a servizio dei viaggiatori, ricorrendo a sistemi Lean.

Foto di IvanfurlanisOpera propria, CC BY-SA 3.0, via Wikipedia



Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211