Pneumatici invernali e catene in A4, dal 15 novembre scatta l’obbligo

Pubblicato il 7 Novembre 2019 in Infrastrutture, Padova, Veneto, Venezia, Verona

pneumatici gomme da neve catene da neve  

A partire dal 15 novembre i veicoli in transito sulla A4 dovranno essere muniti di pneumatici invernali o, in alternativa, di tenere a bordo catene antisdrucciolevoli. Pena multe fino a 345 euro e tre punti della patente. L’obbligo, in vigore fino al 15 aprile, vale anche per alcuni tratti autostradali gestiti da Concessioni Autostradali Venete.

Sono presi in causa tutti i veicoli, ad eccezione dei motoveicoli, che transitano in entrambe le carreggiate dell’autostrada A4, nel passante di Mestre e nel tratto compreso tra Padova est e bivio A4/A57. Esenti dall’obbligo, invece, gli altri tratti gestiti da CAV: il raccordo Marco Polo e la A57, quindi sia la tangenziale di Mestre che il tratto fra la barriera di Venezia-Mestre e l’innesto del passante ad Arino di Dolo.

Nello specifico, i veicoli in transito sulla A4 dovranno obbligatoriamente essere muniti di pneumatici invernali conformi alle disposizioni della direttiva comunitaria 92/23 CE recepita dal decreto del MIT 30.3.1994 e s.m.i. o a quelle dei regolamenti Ece-Onu in materia. Le dotazioni in questione devono essere omologate, recanti cioè le sigle M+S, MS, M-S, M&S – dove M e S stanno per “mud” e “snow”, “fango” e “neve” -.

Consentite inoltre le gomme cosiddette “termiche”, riconoscibili dal pittogramma rappresentato da una montagna a tre punte con all’interno il cristallo di neve. In alternativa agli pneumatici invernali vige l’obbligo di tenere a bordo del veicolo catene o altri mezzi antisdrucciolevoli omologati e idonei a essere prontamente utilizzati in caso di necessità.

Chi viaggia sprovvisto di pneumatici invernali o catene da neve a bordo in autostrada rischia di incorrere in una sanzione pecuniaria che va da 87,00 a 345,00 euro, più una sanzione accessoria consistente nella decurtazione di 3 punti dalla patente e il fermo del veicolo nel caso di mancato rispetto dell’ordine, impartito dall’agente di Polizia Stradale, di riprendere la marcia senza aver provveduto a dotarsi delle dotazioni previste.



Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211