Mose, Zaia a Palazzo Chigi: «Confermati i 320 milioni mancanti, fine lavori nel 2021»

Pubblicato il 27 Novembre 2019 in Venezia

 

Il Governo ha deciso di stanziare 60 milioni di euro per lavori ordinari a Venezia da inserire nella prossima Manovra. Lo ha detto la ministra per le Infrastrutture, Paola De Micheli, in una conferenza stampa del Governo a Palazzo Chigi per l’emergenza maltempo. Tali fondi, ha spiegato la ministra, serviranno “per dare una spinta agli interventi idraulici che concorrono a proteggere Venezia, non solo straordinari, ma ordinari“.
«Il Comitatone è andato molto bene: per la prima volta dopo decenni abbiamo visto il premier, il governo e la Regione al tavolo per prendere decisioni molto importanti». Così il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro al termine della riunione a palazzo Chigi.

Il Presidente del Veneto Luca Zaia ha aggiunto che è stata data «conferma del finanziamento dei 5 miliardi 493 milioni, il che vuol dire che il Governo si impegna a metterne i 320 milioni mancanti, e del cronoprogramma per la fine lavori al 31 dicembre 2021». «Vedremo che evoluzione avrà questo cantiere che è dello Stato, non c’entra nulla la Regione. Ad oggi questo è il cronoprogramma», ha concluso Zaia.

La ministra De Micheli ha annunciato per i prossimi giorni una due diligence sullo stato di attuazione e i costi del Mose, mentre a dicembre si riunirà il comitatone per la questione delle Grandi navi in Laguna. Il cosiddetto “comitatone” deciderà la costituzione di una “commissione che predisponga un articolato di legge sulla gestione del Mose per prevedere un sistema decisionale: chi fa che cosa e come vengono fatte queste cose, da dove si prendono le risorse“.



Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211