Rovigo come Breaking Bad: scoperto maxi laboratorio di metanfetamine

Pubblicato il 4 Ottobre 2019 in Economie, Rovigo

 

Sacchi di metanfetamine, e il laboratorio in cui era prodotta in enorme quantità. Ma anche etti di cocaina purissima e 84 chilogrammi di una misteriosa sostanza marroncina, usata probabilmente – come riporta la stampa locale – per “tagliare” il prodotto. È quello che hanno trovato gli agenti della squadra mobile in un condominio a Boara Polesine, in provincia di Rovigo, dove è stato arrestato un 28enne. Una scena che ricorda la celebre serie televisiva Breaking Bad, in cui il protagonista, un insospettabile professore della tranquilla cittadina di Albuquerque, si improvvisa “cuoco” di questa temibile droga e si trasforma in un temuto narcotrafficante.

La squadra mobile di Rovigo, durante il blitz con i cani del nucleo cinofili di Padova, ha scoperto un laboratorio per produzione in larga scala completo di frullatori, mascherine, lame e presse, in cui la droga veniva prodotta, lavorata e venduta come “semilavorato”, per poi subire l’ultima fase del processo e arrivare ai consumatori finali. Il caso è cominciato con l’ordinanza di carcerazione nei confronti di un uomo di 35 anni, che ha portato la polizia a perquisire il suo appartamento, dove sono stati trovati sette chili di marijuana. Da lì la decisione di perquisire un secondo appartamento, dove ha fatto la sua apparizione il laboratorio.

Foto: fonte Facebook, pagina ufficiale Breaking Bad



Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211