Niuko lancia “Maps for future”, e Dainese apre le porte del suo archivio

Pubblicato il 13 Settembre 2019 in Cultura, Opportunità, Vicenza

 

Quattro giorni di eventi a Vicenza per “Maps for future”, il nuovo festival promosso da Niuko, società di formazione di Confindustria Vicenza, fresca di “separazione” (consensuale) da Fòrema che si è invece accasata a Padova. L’evento, in programma dal 25 al 28 settembre 2019, è l’erede del Mese della Formazione che nel 2018 aveva raggiunto l’undicesima edizione. Quattro gli spazi coinvolti: palazzo Bonin Longare, sede dell’associazione confindustriale, l’università, l’archivio della Dainese e lo stadio Menti. I temi vanno dalle professioni scientifiche al protagonismo femminile nell’impresa, passando per l’economia circolare.

Il programma: “Direzione futuro” con Mauro Magatti

L’apertura, mercoledì 25 settembre, “Direzione futuro, un nuovo paradigma per decifrare il cambiamento” sarà a Palazzo Bonin Longare (ore 18.00-19.30): Mauro Magatti, docente di Sociologia della Globalizzazione all’Università Cattolica di Milano, in dialogo con Maria Paola Biasi, segretario generale Fondazione Zoè, proporrà al mondo delle imprese alcuni interessanti stimoli a partire dal suo saggio Cambio di paradigma, uscire dalla crisi pensando al futuro (Feltrinelli, 2017): se il 2008 ha segnato l’inizio di una crisi economica che si è rivelata anche politica e culturale, oggi – sostiene il sociologo – è il momento in cui “le vecchie regole” non sono più valide e possiamo inventarne di nuove, a partire dalla combinazione tra sostenibilità e logica contributiva. L’appuntamento è moderato da Piero Erle del Giornale di Vicenza.

Donne e Stem, quattro storie tra scienza e impresa

“Stem, sfide al femminile fra scienza e It” è in programma giovedì 26 settembre alla Fondazione studi universitari di Vicenza (ore 15.00-21.00). La prima parte metterà a confronto quattro diverse storie di successo: una giovane ricercatrice con la passione per la divulgazione scientifica, una professionista che ha costruito un percorso di successo nel mondo It, in un ambito in cui le donne sono ancora pochissime, un “cervello in fuga” che accompagna le startup che mettono radici a Londra, una bio-scienziata che si divide fra ricerca e insegnamento.

Quattro storie diverse, un unico filo rosso: Agnese Sonato, founder Planck, Monica Franceschini, big data architecture manager di Engineering Ingegneria Informatica, Alice Ferrari, strategic partnership lead Founders Factory e Lara Albania, innovation manager e carrier coach in ambito Stem, saranno protagoniste di un dialogo moderato dalla giornalista Giulia Cimpanelli. Nella seconda parte i partecipanti verranno coinvolti nella soluzione di una “sfida” concreta utilizzando la metodologia del design thinking.

Cinque under 35 raccontano il lavoro in Dainese

Venerdì 27 settembre (ore 16-19) Dainese Archivio ospiterà l’evento Aziende che conquistano, nuovi linguaggi per l’employer branding. Cinque under 35 di altrettante aziende vicentine – Amcor Flexibles Italia, Autoware, Baxi, Palladio Group, Tonello – saliranno sul palco per raccontare con uno speech i punti di forza e i valori delle imprese in cui hanno scelto di lavorare: un’occasione nuova per riflettere sulla necessità di ripensare strumenti e linguaggi dell’employer branding, per “intercettare” l’interesse dei giovani talenti.

Nella seconda parte una tavola rotonda moderata dalla giornalista del Il Sole 24 Ore Barbara Ganz, metterà a confronto su questo tema le esperienze di Alberto Ferrarotto, employer Branding Automobili Lamborghini, Carlo Vanin, chief hr&organization officer Carel Industries, Massimiliano Mirabella, brand communication manager Dainese Group, Betty Pagnin, people and culture director Oneday, Matteo Sola, people and culture manager Talent Garden.

Al Menti il Mercato circolare e Blue revolution

L’appuntamento di chiusura, sabato 28 settembre alla Casa Vicenza dello Stadio Menti, mette al centro la sfida dell’economia circolare, proponendo l’esperienza delle aziende che hanno saputo trasformare gli scarti in risorsa. Un tema esplorato con la startup a vocazione sociale Mercato circolare, che porta in scena lo spettacolo teatrale Blue revolution cui seguirà il workshop collegato. Lo spettacolo, una produzione dell’associazione Pop Economix, propone una nuova visione del rapporto tra produzione, consumo e ambiente: nato da un’idea di Nadia Lambiase, Alberto Pagliarino e Paolo Piacenza, vede in scena Alberto Pagliarino. Il workshop, che vedrà la partecipazione di alcune aziende vicentine che già praticano l’economia circolare, fra cui Alisea e Favini, è dedicato alla scoperta dell’economia attraverso lo Smartphone e l’utilizzo dell’app Mercato Circolare: dal concetto alle pratiche, dai principi ai modelli di business.

Alla quattro giorni di Festival seguirà un viaggio in nove tappe. Le prime tre tappe propongono un visiting tour al Kilometro Rosso di Stezzano (16 ottobre), un incontro dedicato al tema del benessere digitale (13 novembre) e un evento sul tema del futuro del lavoro (6 dicembre).



Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211